settembre

settembre
settembre

venerdì 8 maggio 2015

NON SI PUO' PIACERE A TUTTI


Emoticon heart 
E nessuno può esserne consapevole più di me, ché entro nella vita di alcuni in punta di piedi, con la massima attenzione anche per l'espressione del volto.
Perché non risulti "troppo" di tutto pur essendo sempre spontanea e rassicurante. Me la cavo col sorriso... misurato a seconda della situazione, e di solito non sbaglio. Un saluto con voce limpida, non sommessa ma neppure con tono alto... come ci fossimo incontrati già, solo poco prima. E mi sento accolta per accogliere, compresa soprattutto negli intenti.
In genere mi va così, e questo anche nella quotidianità, quando non servono tanti scrupoli e nei rapporti basta non perdere di vista il reciproco rispetto.
Eppure succede, raramente ma capita di non piacere a tutti.
Lo intuisco in particolare da sopracciglia inarcate per darsi contegno ed essere tutt'uno col contesto, e labbra serrate per cui manco viene sprecato un saluto comprensibile, al massimo un mugugno... e tutto sommato è pure meglio così. E' chiaro che non si è graditi, e se non sono io a non piacere, sicuramente lo sarà la mia presenza.
Si mettono in conto entrambe le eventualità, ne ero pienamente consapevole ancor prima di cominciare, ma un po' ci resto male, poi faccio presto a non pensarci che per il tempo che serve.
In alcuni momenti il ricordo di alcuni episodi ritorna, però non mi crea disappunto né lascia l'amarezza della delusione.
E appunto...
Ripensavo oggi a "un marito" che ogni volta che mi vede, sembra voglia "freddarmi" con lo sguardo. Sarà per quegli occhi azzurro-ghiaccio?... mi chiedo, e quel sorriso forzato che devia la bellezza della "dolce curva"... che senso ha? E' ironia, sarcasmo o ancor peggio, rabbia per un dolore profondo, contenuta a mala pena e giusto per educazione?
Anche in questo caso, faccio una rapida "lettura"... per fortuna comprendo tutto non per super intelligenza ma caparbietà senza presunzione... e poi volto l'ennesima pagina.
Lo faccio però con soddisfazione, ho ancora una volta imparato ad affrontare con più grinta e positività ciò che accade. Tanto io ci credo.

2 commenti:

  1. Ci sono Persone, che non amano condividere con altri certi momenti della loro vita, soprattutto i momenti più tosti, più complicati, quelli che nel cuore sono pesanti come macigni. Sai... l'essere "fatti" in maniera diversa l'uno dall'altro, credo sia la vera bellezza dell'essere umano. Questo post, mi ha portato indietro di qualche anno, quando mio Padre costretto a vivere gli ultimi mesi della Sua vita in un letto d'ospedale, quando vedeva arrivare una tua... collega..., ed io magari ero li con Lui, mi sussurrava :" non darle corda così Lei se ne và", e mi prendeva la mano, quasi cercasse protezione. L'importante, per Voi che portate avanti questa "missione", perchè di missione si tratta, è anche quella di... capire gli animi... anche se all'apparenza vi sembrano ostili.
    Ma tu lo sai fare bene. Io dico che sei Speciale.
    Ti abbraccio.
    Cri

    RispondiElimina
  2. Carissima... credo in ciò che faccio, ma rispetto la diversità degli animi. E mi adeguo...
    Proprio perché in ciò che faccio io credo.
    Un abbraccio stretto...

    Mary

    RispondiElimina