dicembre

dicembre
dicembre

giovedì 21 maggio 2015

BEATA LA MENTE... (parte quinta bis, e poi... la finisco qui)



Emoticon heart 
Allo sportello non c'era una vera fila, perché chi arrivava, notava l'ambiente più tranquillo e si infiltrava impunemente.
Quando è stato il mio turno, l'impiegata mi ha detto che dovevo passare prima dal medico, e mi ha indicato la stanza... la stessa di 5 anni fa.
Così ho fatto.
Entro e trovo seduto alla scrivania "il medico", aria sfatta e assonnata...
Mi scusi, devo rinnovare lo 048.
Signora, un momento... dobbiamo parlare di 5 anni però... (che intendeva non l'avevo capito).
E per me 5 anni sono. Come vede, scadenza 12 aprile 2015... (pensare che all'epoca mi sembrava così lontano)
Eh si, appunto... non c'è rinnovo. I follow up dopo i 5 anni se li deve pagare il paziente.
Ho cominciato a sentire il viso accalorarsi...
Come sarebbe a dire...? E se non me lo posso permettere? Tra l'altro ho la mammografia il 6 giugno con l'impegnativa ancora da timbrare, perché così è previsto, non molto prima della data... e questo esame rientra tra quelli dei primi 5 anni. Come la mettiamo? Poi, qua ho il certificato del mio oncologo, non lo avrebbe fatto se fosse così come lei afferma.
Ehhh, "quelli" non se ne fregano proprio. La regione ha posto delle limitazioni, e loro che ne sanno...? Mai niente sanno.
Allora mi spieghi una cosa. Quell'avviso che è all'entrata, e parla di esenzioni per patologia che non si devono rinnovare... che intende? Non si devono perché non si può o perché è inutile?
Costui, "il medico" mi guarda e dice... che ne so.
Quindi se qua nessuno sa, perché dovrei sapere io? Fossi andata ad alleggerirmi di una mammella perché pesava, per vezzo?
Signora, quante storie... non avete avuto manco una recidiva.
Dovevo trovarmi inguaiata per avere 'sto rinnovo?
Si, e vi voglio anche dire... perché dovete fare i controlli ancora ogni 6 mesi?... basta uno all'anno ( così se recidiva c'è manco me ne accorgo... che furbo).
Comunque, giusto per farla finita vi vengo incontro con altri 6 mesi...
Sei mesi?!?... che senso ha. Non ci copro neppure i prossimi controlli... almeno un anno.
Ehhh, signora... e voi mi mettete nei guai. Non si può.
Fate uno sforzo, un'eccezione... devo fare MOC, TAC, RM. Consentitemi almeno di mettere qualche soldo da parte.
Sbuffando come una locomotiva e grattandosi il capo, alla fine ha messo la sua preziosa firma sotto il certificato, autorizzando il rinnovo per un altro anno.
Mentre soddisfatta ma non completamente, mi recavo allo sportello pensavo a tutti gli esami che avrei cercato di far rientrare in questi 12 mesi. Altre strategie di sopravvivenza, altri pensieri...
All'improvviso un flash, un ricordo... le parole di commiato della dottoressa che all'epoca si occupò dell'esenzione. Guardandomi incuriosita per un attimo e poi sfuggente, esclamò... beh signora, la saluto e che devo dire...? Solo in bocca al lupo.
Sono strane le formule di saluto di questi medici "addetti".
Quello di stamattina involontariamente ma con poco garbo mi ha augurato di vivere a lungo...
Arrivederci al prossimo anno, speriamo di rivederci... ho detto io, e lui...
Signora, se non siete morta fino ad adesso...
Questo per dirvi, non ci venite più!
FINE...

2 commenti:

  1. Ma guarda che a volte si trovano proprio dei personaggi sgradevoli, solo che chi lavora nella sanità non dovrebbe permettersi certi atteggiamenti, o meglio ci dovrebbero essere degli uffici reclami per segnalare tutte queste cose

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Paola... e pensa, sarebbe pure un medico. Intanto mi toccherà pensare ad altre strategie e piani di difesa, e non solo dal punto di vista della salute.
      Fortuna mia è che ogni giorno guadagno in autostima e senso di giustizia, per cui ciò che mi è capitato non è un episodio da dimenticare ma uno stimolo per continuare.
      Un abbraccio.

      Mary

      Elimina