maggio

maggio
maggio

venerdì 17 giugno 2011

"Ma com'è che oggi la flebo è già finita?!! Meno male, così me ne torno subito a casa, eh Rose'?!" Pasqualina, "la mia amica dalla saggezza della buona terra", era contenta di aver finito presto, una volta tanto, Rosetta, la sua paziente nuora pure. "Il fatto è che quando stai tu più tempo qua la flebo finisce prima." "Tu dici?" le ho chiesto, "non è che ti distrai e il tempo così passa più in fretta?" "None... finisce proprio prima". Ovviamente non ho replicato. Mah... sarà, allora vorrà dire che la flebo si ritira perchè stanca di ascoltarmi... ho pensato tra me per assecondare il pensiero di Pasqualina, perchè con Pasqualina si può essere solo d'accordo, e se non te la senti di mostrarlo a parole lo devi essere almeno col pensiero, anche mentendo a te stesso. (Vero, Rosetta?) Non nego comunque che m'abbia fatto piacere sentirmi attribuito un potere tra il magico e il miracoloso, d'altra parte è risaputo che "è tutta questione di testa", di come ci si pone o meglio ci si predispone di fronte alle difficoltà e ai problemi per superarli. "Madonna, quant' cos' dic'!" così si è espressa Pasqualina nei miei confronti, voglio pensare bene, in senso positivo, e allora... tutte le cose che ho detto le sono servite per non accorgersi  di come il tempo passava. Eppure l'altro giorno il dottor Antonio aveva fatto una battuta entrando all'improvviso in una delle stanze; tanto per cambiare stavo parlando con "le mie due amiche del momento"... "Ma la vuoi finire?!! Fai perder loro tempo e poi dicono che tornano a casa tardi." Scherzosamente anche lui mi attribuiva un "superpotere", quello di rallentare l'andamento della flebo, un potere magnetico a quanto pare, indipendente dalla mia volontà aggiungo io. Ciò che porta a relazionarmi con gli altri, nello specifico con chi "mi appartiene", è il grande desiderio di condivisione che conduce in modo del tutto naturale a sdrammatizzare e quindi metabolizzare con facilità qualsiasi situazione, anche la più difficile. L'ho imparato a mie spese, ne ho visto i benefici e ho voluto condividere questo stato di benessere psico fisico che a sua volta si rinnova in me ogni volta che un sorriso inaspettato mi sorprende.

Nessun commento:

Posta un commento