agosto

agosto
agosto

lunedì 6 giugno 2011

I primi giorni della "fascia" furono giorni di "pena e tormento". Il fastidio c'era, è inutile negarlo, ma nasceva  e s'ingigantiva soprattutto dalla mia non accettazione di quest'altra novità: e non ne potevo più... ogni tanto ne veniva fuori una nuova! Comunque cercavo (non potevo fare altrimenti) di adattarmi alla cosa. La metto su, la fascia, così mi dà meno fastidio... e no... così non può andare, sale troppo, va verso la gola... Oddio, soffoco! Allora la metto giù...ma mi guardo allo specchio e... che combino? Va a metà dell'espansore, il liquido è un po' sopra, un po' sotto: effetto estetico da far paura, un disastro. In un bagno di sudore mi lasciai andare sul letto e per giunta in lacrime. E credevo di essere diventata forte... figuriamoci!
Intanto la fascia andava indossata obbligatoriamente, non c'era scampo, e non solo di giorno; quindi la notte, senza reggiseno ad olio o gel che dir si voglia, alle prese con il caldo e conseguente sudata, il "piacere" di quel connubio forzato raggiungeva il suo apice. Dopo 36 ore, ovvero un giorno e una notte, mi sentii allo stremo; dal momento poi che si trattava di vivere questa avventura nell'avventura nel mese di luglio ero andata incontro ad un altro "piccolo" inconveniente, l'ustione da contatto, come l'aveva definito Marilina quando a lei ricorsi non dico piangente ma quasi per il dolore, simile, appunto, a quello di una bruciatura. "Ma la canottiera non l'hai messa?" "Certo che l'ho messa, ma è sopra la fascia... non mi dà alcun sollievo. " "La devi mettere sotto la fascia, certo così come l'hai messa tu non serve a niente!" Cosa??!! Ora era veramente troppo... passare per "Pippo non lo sa" no, proprio no, decisamente no!
Per non "ustionarmi "più, comunque trovai una soluzione... beh, ne parlerò domani. Ho in forno la torta di mele per Donata, una mia "amica speciale",  non voglio che si bruci.

2 commenti:

  1. ciao... non sapevo della necessità di usare la "fascia"...?

    RispondiElimina
  2. Dove sono stata operata consigliano, ma in realtà obbligano ad indossare questa fascia che ha il compito di tener basso l'espansore che altrimenti va troppo su e fa tendere i tessuti in modo sbagliato. Diciamo che questo è un "sistema casalingo", alla portata di tutte. In sostituzione, ad un costo diverso c'è un reggiseno apposito con fascia "incorporata". E' la stessa cosa.
    Un forte abbraccio.

    RispondiElimina