dicembre

dicembre
dicembre

venerdì 16 agosto 2013

Una ragione ci sarà

Per un momento, giuro... c'ho anche pensato, stacco da tutto e per due, tre giorni mando i "pensieri" in vacanza.
Niente squillo al mattino come invito a richiamare... al gruppo su fb solo la buonanotte perchè voglio levarmi col sole già alto... e persino il blog, straordinariamente per quest'anno... chiuso per ferie!
In uno di quei negozi cinesi dove entri magari per degli spilli ed esci con tutt'altro, avevo addirittura comperato una tovaglia allegrissima anti-macchia no-stiro per avere un'incombenza in meno, poi... poi non ce l'ho fatta. E non perchè non ho voluto o ceduto all'abitudine ma son successi fatti che alla fine mi hanno fatto capire che ci sto dentro fino al collo e passi indietro non ne posso fare.
E dopo un iniziale sgomento, dovuto più a stanchezza che altro... mi son fermata a riflettere, e poi ieri mattina un sms che era pura poesia... uno dei tanti "messaggi" che mi arrivano quando sono più dubbiosa e sfiduciata...
"Voi siete lampade che devono far luce. Non si accende una lampada per tenerla nascosta, ma perchè illumini chi la vede".
Bello, vero? Parole che mi sono subito entrate dentro, nell'animo e nel cervello e da ieri non faccio che pensarci.
Così ho compreso perchè ho dovuto rivedere l'intero "programma vacanziero", perchè per me c'è stato "ieri", esiste il "momento" presente mentre scrivo, forse e lo spero tanto ci saranno molti "giorni a venire".
 L'ho detto altre volte... ciò che mi è capitato non solo non è per caso ma ha uno scopo ben preciso. Una lampada che deve far luce... come tante come Tutti... quella "parentesi di vita" è stato l'olio che ha alimentato lo stoppino e intorno è stato più chiaro ed ogni cosa più visibile, compresa la parte migliore di me, di cui mi privavo senza sapere.
E allora i due, tre giorni sono stati come gli altri, a capofitto nella mia realtà attuale... squillo al mattino, buongiorno, buon pomeriggio e buonanotte, e blog in piena attività ed altro ancora.
Ho usato però almeno la "tovaglia" e per due, tre giorni non ho lavato... non ho stirato più.

6 commenti:

  1. Bello! quando arriva una luce all'improvviso ad illuminare...............

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' la Speranza che trionfa, mia cara e all'improvviso non esistono più paura e timore ma solo certezze.
      Un abbraccio...
      Mary

      Elimina
  2. Bisogna sempre ricordarsi di guardare la porta che si apre davanti senza guardare quella che si chiude dietro. Se si chiude l'abbiamno chiusa noi quindi è finita non serve quello davanti anoi è da vedere sempre. Nessuna porta si chiude senza che un altra è pronta all'apertura.
    Buona fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già, Edvige... è un po' come dire, si chiude una porta e si apre un portone. Una visione della Vita decisamente niente male, peccato non esserne Tutti capaci... ci sarebbero in giro molti meno sfiduciati e disfattisti.
      Buon fine settimana anche per Te e un grande abbraccio da parte mia.
      Mary

      Elimina
  3. Cara Mary, può sempre arrivare qualcosa che accende una luce!!!
    Quella è la luce della speranza! quella non muore mai!!!
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, caro Amico mio... la Speranza non muore mai, è davvero senza fine.
      Un abbraccio e una Serena Domenica per Te.
      Mary

      Elimina