agosto

agosto
agosto

giovedì 1 agosto 2013

Mi sono solo addormentata...

"Ma... Mary, mi hai fatto spaventare! Ti stavo chiamando, non mi hai risposto... vengo qua a vedere e... ti trovo addormentata, seduta in una posizione assurda, davanti al pc. Sei tornata normale, finalmente!"
Ecco, si... diciamo sono tornata normale, "come prima", quando era sufficiente una sedia o anche uno stipite cui appoggiarmi per addormentarmi come niente fosse. E così la "pagina" di ieri sera è saltata, perchè era davvero tardissimo, cerebralmente non ero affatto connessa e mi sentivo sdoppiata... da una parte "me", dall'altra "una cosa" che non sapeva dove collocarsi. Poi mi sono diretta nell'unico posto che fosse giusto alle 2,05 di notte... a letto.
Adesso è quasi ora di pranzo e devo fare in fretta, ma non potevo mancare... non si può senza una spiegazione... solo poche righe e il vuoto si colma.
Intanto pubblico ugualmente quel po' che avevo messo giù prima di cadere in catalessi... dovevo parlare di "rabbia", quella che non conosce limiti e non accetta aiuto. Forse sarà stato anche per questo che stranamente non ho retto. La "rabbia" sfianca anche solo a parlarne...

"Sapevo che ieri l'avrei incontrata di nuovo in reparto... c'eravamo lasciate con una specie di "promessa" impostale da me... avrebbe pensato sull' "opportunità" di darmi il Suo numero di telefono oppure mi avrebbe chiamato Lei se l'avesse desiderato. Non mi aveva chiamato e sull'altra opzione francamente nutrivo forti dubbi. Per questo quando sono entrata nella stanza Le ho fatto un semplice cenno di saluto e poi sono andata oltre, dalle altre due pazienti che si trovavano lì con Lei, una di esse non l'avevo mai vista..."

Riprenderò da questo punto, continuerò a... parlarne anche se l'argomento è ostico e doloroso, perchè "condividere" è anche questo... superare insieme qualsiasi cosa, compresi i disagi latenti, quelli che crediamo  estranei a Noi e perciò non ci appartengono.

4 commenti:

  1. Può succedere Mary, poi con questo caldo...
    La rabbia è quella che ho dentro, perchè non riesco a cambiare e me la prendo con me stessa...
    Un grande abbraccio, a presto... Riposa Mary.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è rabbia e rabbia, cara Ale... la Tua è piuttosto ansia di rinnovamento, senti in Cuor Tuo che non sei o meglio non vuoi essere ciò che appari e Ti arrabbi perchè non riesci ad andare fino in fondo.
      Mia cara... questo genere di cose vanno molto per le lunghe, soprattutto quando alle spalle c'è un vissuto di dolore non adeguatamente elaborato.
      Ancora una volta Ti consiglio di guardare avanti con un occhio al passato... pensa a che cosa più Ti è mancato e fai in modo che Altri non abbiano a soffrire come Te.
      E poi... non essere troppo dura con Te stessa, secondo me non lo meriti.
      Un bacio...
      Mary

      Elimina
  2. Cara Mary, tutto può succedere anche questo!!! Comunque tu le sai raccontare in un modo molto simpatico, che ci lasciano sempre un sorriso. Ciao qui noi siamo in festa! Passa da me per vedere!!!
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, caro Tomaso... mi fa piacere suscitare qualche sorriso ogni tanto, d'altra parte la vita stessa è così... momenti sereni ed altri uggiosi.
      Incuriosita sono già passata da Te... davvero bella e coinvolgente la Vostra festa.
      Un abbraccio,
      Mary

      Elimina