ottobre

ottobre
ottobre

venerdì 2 agosto 2013

Solo se lo vuoi davvero.

Mi sto rendendo conto soprattutto per esperienza personale di che cosa possa essere capace la Mente.
Ha un potere infinito... si suggestiona e suggestiona, si convince e convince e spesso tutto questo contemporaneamente. Perciò pur nel massimo rispetto per la professionalità dello psicologo, penso che a nulla servirebbero studi fatti e sforzi per trarre dal "buio" una mente che non vuole. Il ruolo del professionista è al massimo maieutico e l'opera sua è tutta intesa nell'aiuto a far venire alla luce la "nuova persona", mentre l' "antica" deve impegnarsi con doloroso travaglio in quello che non è altro che un parto di sè.
La forza, le risorse non mi stancherò mai di dirlo, sono in ognuno di Noi, anche se non sempre siamo ... al top per crederlo, gli eventi e a volte il modo non giusto di affrontarli, solo sembrano "congelare" sentimenti ed emozioni, così che pare dover tutto finire da un momento all'altro, la stabilità, gli affetti, la vita stessa. Se questo può essere comprensibile per un tempo ragionevole, il perdurare è inammissibile... sarebbe come dare per normale la "capacità" ridotta di un  freezer per metà occupato dal ghiaccio. Non liberarlo prima o poi dal freddo ingombro impedirà di poter metterci altro. Un animo dai sentimenti cristallizzati come ghiaccio non potrà mai provare nuove emozioni nella loro autenticità, rischierà di subire ciò che accade senza gestirlo e poi farsene una ragione.
Non esistono per complessità di animo due esseri umani uguali, come non esistono regole e canoni per capirli validamente... si può andar giù con mano pesante quando si vede minacciata la dignità o indugiare nella carezza quando c'è paura o sofferenza, ma nessuno potrà mai essere sicuro di aver visto giusto e di essersi comportato di conseguenza. Solo tempo e fatti potranno dar  ragione dell'operato.




N. B. Invia la Tua storia a:  "continuarea@virgilio.it". Sarà pubblicata nella nuova sezione, "... per non finire mai di essere" - racconta la Tua storia
Perchè... CONDIVIDERE è DARSI IL CORAGGIO CHE MANCA

Nessun commento:

Posta un commento