aprile

aprile
aprile

lunedì 17 settembre 2012

GRAZIE di Cuore all'Amica Patrizia.
Una difficile ed erta salita da una parte, dall'altra una discesa con pochi ostacoli ma ripida altrettanto.
E' naturale che sia così... è simmetrica.
Arrivi lassù e diventi un "punto" che si riflette nel Cielo.
Allora non vuoi nè puoi sostare... in quel piccolo spazio così ristretto non hai come muoverti e senti ancor più la fatica d'essere arrivato su.
Ora è il momento giusto di tornare indietro, scendere non sarà difficile. Almeno credi.
Ma durante questo tragitto che va fatto senza fretta e con la massima cautela per non perdere l'"equilibrio", incontri quelli che dopo di Te hanno preso la salita.
Sai quanto è difficile ogni passo... sai quanto è probabile non farcela ... sai quanto è facile scoraggiarsi e allora Ti fermi ogni tanto e cerchi di prestare aiuto. Una parola buona, un sorriso non costano più di tanto a Chi  per grazia divina è già arrivato e alla Vita ritorna.
Poi, con l'entusiamo di aver donato qualcosa, magari poco... una "briciola" di forza, riprendi la discesa liscia, a tratti troppo liscia da sembrare rovinosa. Hai paura, Ti aggrappi e torni indietro e incontri di nuovo Chi hai aiutato ed ora Ti guarda deluso.
Capisci a questo punto che hai sbagliato e forse non sei solo Tu a pensarlo.
Stasera mi sono resa conto di aver fatto un errore di valutazione... non voglio dir bugie e per questo non dirò che l'ho fatto inconsapevolmente. Mi sono fatta prendere dal "panico" di non poter guardare troppo a lungo la sofferenza negli occhi... di "ostentare" un privilegio che non ho preteso, ho ricevuto in dono e di cui però non nascondo vado fiera.
Un "errore di convenienza", questo è il nome giusto di quella buca in cui sono finita mentre scendevo un po' troppo sicura di me.
Dovevo essere più accorta... guardare bene, è facile andar spediti quando non ci sono foglie e rami secchi a celare quello che sarà.

15 commenti:

  1. E'umano dimenticare in fretta il dolore quando l'abbiamo vissuto sulla nostra pelle è come un meccanismo di difesa,ce ne allontaniamo perche' cosi' è la vita, ma basta un ninte per riportarci li dove eravamo...cosi riprendiamo a camminare con piu' accortezza .. memori di cio' che è stato , ma fiduciosi di cio' che sarà.!!

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, Amica mia... è bastato un niente perchè l'ostinazione di continuare a... mi riprendesse.
      Non si può davvero fossilizzarsi nei ricordi o in un "presunto" scampato pericolo.
      La Vita va avanti ma non da soli e solo per "Noi .
      Un bacio.
      Mary

      Elimina
  2. Il tuo titolo del tuo blog è continuare ecco qui hai dimostrato che continua sempre!!!
    Buona giornata cara Mary.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì... caro Tomaso, si continua perchè anche se si cade bisogna trovare sempre la forza di rialzarsi.
      Un abbraccio,
      Mary

      Elimina
  3. La penso come Tomaso, il titolo stesso del tuo blog parla chiaro "continuare"...e tu continui, anche se a volte inciampi, magari prendi anche una storta, magari devi tornare sui tuoi passi...ma comunque continui.
    Ciao, un abbraccio affettuoso.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Antonella cara... anche se ci conosciamo da poco tempo hai imparato a capirmi.
      Son così... parto spedita poi timorosa mi freno per proteggere altri ma anche me stessa. Ma il Limbo di una scelta di mezzo non è per me ed allora continuo a...
      Inferno o Paradiso? Non importa.
      Un carissimo abbraccio,
      Mary

      Elimina
  4. Sei umana, nonostante la tua generosità e la tua bontà. E gli umani fanno errori di valutazione, anche non volendolo. Non ti consolerà, certo, ma almeno ridimensionerà la tua angoscia.

    Un saluto, dolce Mary.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, Linda mia... sono un essere umano con le Sue fragilità.
      A volte sbaglio, cado ma, dopo un breve attimo di sgomento mi rialzo e riparo all'errore, soprattutto quando a soffrirne non sono stata la sola.
      GRAZIE, Amica cara per il conforto. Sai... quando cadi, vai giù una mano per rialzarti serve sempre.
      Un bacio per TE.
      Mary

      Elimina
  5. Faccio mia la risposta di Lina.E' anche umano aver paura.
    Un abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, Pinuccia cara... persistere però sarebbe sciocco ed inutile.
      Con affetto, un grande abbraccio.
      Mary

      Elimina
  6. Rialzarsi e riprendere il cammino è un segno di grande forza interiore. Un caro saluto, Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, caro Amico... mi sono rimessa in piedi.
      Restare ferma... nell'indecisione, facendomi dei problemi.
      No... è un lusso che non posso permettermi.
      GRAZIE per essere qui.
      Mary

      Elimina
    2. Grazie per la tua visita... anch'io tornerò spesso da te. A presto, Fabio

      Elimina
  7. Risposte
    1. Certo, Soffio... non mollerò.
      La strada è ancora lunga.
      GRAZIE, Doc!
      Mary

      Elimina