novembre

novembre
novembre

sabato 29 settembre 2012

Avete presente quei magneti colorati che posti sulla porta asettica del frigo lo fanno tanto "American graffiti"?
In un negozio di Cinesi ne ho comperato uno assai grazioso a forma di tagliere con sopra attaccato un mini blocchetto da usare come promemoria.
Mi è venuta un'idea fantastica... usarlo per la lista della spesa, data l'esiguità del foglio mi aiuterà a restare nei limiti concessi in questo tempo di "spending review".
Una piccola matita che poteva fargli da compagna l'ho trovata in un cestino sullo scaffale del ripostiglio ma, ahimè... senza punta. Era urgente un temperamatite e questa sì che era un'impresa non essendo più i miei figli dell'età in cui li lasciavano ovunque e di preferenza tra i cuscini dei divani. Però mi era parso tempo fa di vedere Frà con una matita in mano... se c'era in giro la matita doveva esserci anche il temperamatite, così sono andata a vedere tra le Sue cose e in un cassetto tra fogli e foglietti, vecchi scontrini  e palline da squash ho trovato una scatolina con un temperino completo di trucioli e più in là alcuni fogli, grandi ripiegati dal lato su cui s'intravvedeva lo scritto... la mia calligrafia.
Ma come erano finiti lì e poi che cosa c'era scritto? Non lo ricordavo più.
Ne ho preso uno, l'ho aperto e leggendo ho rammentato il "come" e il "perchè".
I fogli erano quattro... su di essi avevo riversato l'afflato poetico dei tempi... "sono inquieta, non so che cosa mi succede, devo guardarmi dentro"... quando bastava invece che uscissi dal mio mondo e guardassi intorno.
Sono 4 "scherzi poetici" con alcuna pretesa di apparire "poesie"... Voglio condividere anche questi, perchè sono una parte di me... non la migliore ma da tenere ugualmente in conto per "apprezzare"?... diciamo, "meglio valutare" quella che è... l'attuale.

                        COME UN FIUME NEL SUO LETTO
E' mattino.
Gli occhi, ancora avvezzi all'oscurità della notte,
s'aprono piano piano ad uno spiraglio di luce.
Rannicchiata nel morbido letto
allungo una gamba, poi l'altra;
sdraiata, allargo le braccia
per comprendere il più possibile lo spazio che non ho.
La percezione fisica è orma presente,
mentre la mente lucida dal riposo si allerta prepotente.
I pensieri, gli affanni, le decisioni...
E' come un fiume che nasce, alla sorgente comincia il suo viaggio,
adagiato nel suo letto traccia un percorso,
a volte aspro, a volte tortuoso, quindi rallenta,
poi riprende veloce e sicuro,
senza perder mai di vista la sua meta.
Ripercorro così il mio vissuto, rallento al presente,
riprendo energia, rivolta all'immensità che mi attende,
al mare di speranze... al mio Futuro.

20 commenti:

  1. La tua anima messa a nudo dice molto della tua sensibilità e della tua capacità di guardarti dentro fino in fondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci provo... Amica mia, ci provo sempre per andare al passo con la Vita che va e ci vuole diversi.
      GRAZIE... ed un sorriso.
      Mary

      Elimina
  2. Mi piaci perché la tua semplicità nel raccontare quello che pensi è sempre schietta... Grazie cara Mary di esistere.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GRAZIE a Te, Tomaso che sempre affettuosamente mi segui.
      T'abbraccio forte.
      Mary

      Elimina
  3. Continuo a chiedermi ed a chiederti... perchè non scrivi un bel libro?????

    Sei magnifica amica mia..magnifica.

    Costy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E Tu sei sempre tanto tanto buona nei miei confronti... però può darsi sai, che seguirò il Tuo consiglio... ci sto pensando.
      Spero di non deludere.
      Un abbraccio mozzafiato...
      mary

      Elimina
  4. Riuscire a scrivere il proprio vissuto, con tutta la tua semplicità... E' molto bello leggerTi cara Mary, e ha ragione Costy, dovresti scrivere un libro! Un abbraccio e buona domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale cara... non è difficile, è come porsi davanti ad uno specchio immaginario e "raccontarti" ciò che vedi. L'immagine riflessa è autentica... le parole non possono non esserlo, in più rese gradevoli dallo spirito schietto della semplicità.
      Un bacio.
      Mary

      Elimina
  5. Naturalmente ottimo, come al solito, il testo. Mi piace molto. Però non potrai brontolare con Frà perché ha conservato i tuoi scritti, visto che anche tu sei andata a frugare fra le sue cose (lol). Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Elio! Frà non brontolerà perchè sono andata a rovistare tra le Sue cose... è abituato, tanto meno io perchè ho ritrovato qualcosa che avevo perso nella memoria del mio vissuto e che mi ha fatto molto piacere ritrovare. E poi scoprire che un figlio ama tanto sua madre da conservare qualcosa di Suo è sempre una grande soddisfazione.
      Un affettuoso saluto.
      Mary

      Elimina
  6. So che mi ripeto ma leggerti dà la sensazione di essere arrivata a casa,di sentire le cose come le sento io ,di sperare ancora....!!!
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non Ti ripeti, Amica mia...
      D'altra parte capita anche a me di dare rilievo ed importanza alle medesime emozioni... è naturale.
      E' naturale soprattutto perchè fa bene riviverle nel ricordo del passato e nello stesso tempo con la speranza proiettano nel futuro.
      Un immenso abbraccio,
      Mary

      Elimina
  7. Anch'io ogni tanto ritrovo quà e là dei foglietti dimenticati con qualche scritto. Qualche riflessione e, allora ti dici: "Perbacco è vero che avevo pensato queste cose, che ho vissuto questi momenti..." Si accompagnano a questi ricordi tanti pensieri ed è bello, alla fine condividerli, come tu hai fatto con questa poesia. Un salutone, Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Fabio, scoprirsi sempre uguali e in fondo anche diversi è una sensazione meravigliosa. E' come guardare una vecchia foto... la guardi e pensi che al momento Ti ritrovi qualche ruga in più ma gli occhi sono sempre gli stessi, magari anche più belli.
      Un abbraccio.
      Mary

      Elimina
  8. Sei davvero brava !!E' sempre un piacere leggerti.
    Buona serata e un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GRAZIE, Pinuccia... è un piacere anche per me ritrovarti ogni volta qui, affettuosa e paziente a leggermi.
      Un bacio.
      Mary

      Elimina
  9. Ciao Mary, sei davvero brava, hai reso benissimo le sensazioni del momento.
    TROVO BELLISSIMO QUANDO SI RITROVANO QUESTI VECCHI SCRITTI, A VOLTE SUCCEDE ANCHE A ME DI RITROVARNE, PER LO PIù LETTERE, E MI EMOZIONANO.
    pENSA CHE RECENTEMENTE HO RITROVATO IN UN VECCHIO LIBRO UNA LETTERINA "DELLA BUONA NOTTE" CHE CON CALLIGRAFIA INFANTILE AVEVO SCRITTO ALLA MIA MAMMA, MI HA COMMOSSA.
    cIAO, UN ABBRACCIO, aNTONELLA

    RispondiElimina
  10. Oh, scusami,mi rendo conto adesso che ho scritto tutto maiuscolo.
    Scusa. Antonella

    RispondiElimina
  11. E queste emozioni, semplici e sentite sono la prova tangibile che si cresce... tanto e l'emotività si arricchisce... altrettanto.
    Un bacio, Antonella e non Ti preoccupare per come hai scritto... è la sostanza quella che conta e nel Tuo caso non manca certo.
    Mary

    RispondiElimina