giugno

giugno
giugno

sabato 30 gennaio 2016

PASSAGGIO DI TESTIMONE



Credo... sono convinta che non mi sentirò mai sola. Ovvio, non intendo fisicamente bensì nell'animo, sempre con le emozioni che nascono simultanee ai pensieri che non sono solo miei ma appaiono tali.
Non sarà sufficiente il resto dei miei giorni per ringraziare il buon Dio di questa seconda opportunità, uno "strapuntino" di vita con valore aggiunto.
Qualche giorno fa pensavo all'ennesima "coincidenza". L'8 marzo avrò il primo Follow Up dopo la scadenza dei 5 anni. Sarà un lunedì come 6 anni fa, quando fu ufficiale la diagnosi. Mi verrebbe quasi di giocarmeli a lotto questi numeri, chissà...
Si dice che dai brutti sogni possano nascere grandi fortune, riportare "vincite" che facciano dimenticare un triste passato... in tal caso il mio "terno secco" l'ho vinto e la cosa più bella è che lo reinvesto quasi ogni giorno, e non resto mai delusa.
Ho conosciuto tante persone, continuo a... incontrarne molte altre. Non c'è stato nessuno che non mi abbia lasciato più di qualcosa. Brevi e semplici conoscenze e lunghe frequentazioni, alcune diventate vere e proprie amicizie che durano tuttora. Qualcuna purtroppo mi ha lasciato e mi ha reso orfana di un grande Bene, frutto nato dalla Condivisione e dall'Amore Incondizionato.
Qualche giorno fa riflettevo pure su un'altra "coincidenza". Le persone che mi hanno dato tanto e più di tanto, e tanto ancora portavano lo stesso nome... Anna. Nome palindromo, lo leggi comunque anche allo specchio. Una sola faccia, semplice e diretta.
Di ogni "Anna" conservo qualcosa... una frase, un biglietto, una raccomandazione. Il numero di telefono e lo scambio di messaggi. Un'eredità immensa. Non ho cancellato nulla, né mai lo farò. Anzi, uno di questi giorni renderò tutto "cartaceo" per non rischiare, con la tecnologia non si sa mai.
Non è ancora un mese che l'Amica mia... Anna... è volata via, l'Anna che mi ha insegnato a volare senza ali, che oggi per la seconda volta ho incontrato un'altra Anna. Mi ha stupito con un dono, un volumetto piccolissimo di "messaggi".
Tienilo, è tuo... te lo regalo. Ed ho provato un tuffo al Cuore.
Sono tornata a casa, l'ho aperto per sfogliarlo e il sottile nastrino giallo che fa da segnalibro mi ha portato ad un messaggio che è un invito-insegnamento-promemoria.
Lo condivido qui. E' il passaggio finale per questa sera. La mia buonanotte.
"Ogni giorno dovremmo ascoltare una canzoncina, leggere una buona poesia o un pensiero che ci rinfranchi, contemplare un eccellente quadro e, se fosse possibile, sostenere una amichevole conversazione o fare un gesto cordiale".
- Goethe -

4 commenti:

  1. Bellissimo questo tuo post Mary!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Olga...
      Un forte abbraccio.

      Mary

      Elimina
  2. Cara Mari, sono passato per augurarti una buona notte, ma anche per dirti che non sarai mai sola!!! io sto li accanto a te!!!
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Tomaso... grande Amico dal Cuore d'oro!

      Mary

      Elimina