agosto

agosto
agosto

sabato 23 gennaio 2016

INASPETTATA MERAVIGLIA


Notizie


Mi piace pensare ai miracoli come semplici ed ordinarie meraviglie che accadono a Tutti ma di cui non tutti si accorgono. Non li vedono proprio, non riescono perché mancano loro fiducia e un pizzico d'innocenza, mentre sono in eccesso diffidenza e una più che abbondante manciata di vittimismo.
Perché i miracoli avvengono ogni giorno e nella vita di tutti se sappiamo guardare. La Vita ci offre infiniti doni ed opportunità per poterci migliorare e poter essere felici, in cambio di gratitudine ed ottimismo.
L’unico impedimento è appunto la Nostra mancanza di fiducia nel fatto che meritiamo ogni bene possibile.
Risulta difficile da credere, vero?
Un miracolo!
E quando facciamo quell’esclamazione in automatico escludiamo la possibilità che possa accadere veramente. Ancora una volta siamo sotto l’influenza di false credenze, quella che non valiamo abbastanza, non siamo nati sotto una buona stella, che i miracoli non accadono a noi, perché di Noi nessuno si accorge e si cura. Nemmeno il Cielo.
E non è affatto così.
I Miracoli sono così, le semplici Meraviglie di ogni giorno.
Tu sei il primo per Te stesso, con la vita che porti avanti con coraggio, capace come sei di scovarlo dopo una grande paura.
Quando apri gli occhi al mattino, e quasi incredulo ringrazi e poi ti muovi per esserci, sorridi e t'imbronci
e alla fine riesci, e trovi pure la pace in Te stesso.
Prima di chiuderli di nuovo, regalarti un ultimo sereno pensiero e farti cullare dai sogni al chiarore delle stelle.
Stamani ho conosciuto un'anziana signora, forte e tanto giovane dentro. Mi ha raccontato la Sua storia con occhi sgranati ancora per la meraviglia.
Dopo un intervento assai difficile, durato dodici ore, soffrì diversi giorni per dolori atroci. Poi... Lei dormì per un giorno e una notte intera, e al risveglio si sentì leggera. Volle perciò farsi accompagnare alla statua della Madonnina che era in fondo al corridoio.
All'improvviso un profumo dai fiori finti, nel vaso senz'acqua.
Più nessun dolore, e una grande voglia di gridare con forza... sono viva.
Poi solo lacrime di gioia per un miracolo che continua.
Crederci... Credere è già di per sé il miracolo più grande.

Nessun commento:

Posta un commento