settembre

settembre
settembre

venerdì 19 dicembre 2014

GLI UNI PER GLI ALTRI... GLI UNI NEGLI ALTRI


Così che mi sento raccordo per due anelli di un'immaginaria catena di solidarietà, anche se fatti o eventi sembrano non essere collegati tra loro e i protagonisti non si conoscono affatto.
E continuando...
Nel pomeriggio ho ricevuto la telefonata di quell'Amica "dai nuovi occhiali da sole"... ricordate? Ma sì... sabato scorso li aveva comperati quasi per farsi un regalo inaspettato, per festeggiare il "vento propizio" che la sta accompagnando al momento. Mi ha chiamato perché voleva condividere con me un pensiero, o meglio una gioia scaturita da un episodio di tenerezza...
"Sai, non l'ho raccontato a nessuno... non avrebbero capito. Qualche giorno fa è stato il mio onomastico, come tu sai e ho incontrato una mia carissima amica. Ci siamo fermate a parlare, mi ha chiesto come stavo e dato gli auguri. Io so perfettamente che ha pochi soldi, il marito lavora saltuariamente e poi ha due bambini piccoli, quindi non mi aspettavo proprio nulla da lei. Nonostante questo, mortificata si è scusata con me... che cosa posso donarti?... ora non ho niente da darti.
Poi, come avesse ricordato all'improvviso, ha infilato la mano in tasca e tirato fuori un cuoricino di cioccolato... così me l'ha donato, stringendomi in un abbraccio strettissimo. Ti voglio tanto bene, ha aggiunto e mi ha sorriso.
Bene... quello è stato il dono più prezioso ricevuto. Non l'ho mangiato... sono tornata a casa e l'ho messo sulla scrivania... ho visto che c'andava il sole e l'ho spostato sulla mensola, perché non si sciupasse. Ogni tanto lo guardo e mi sento amata e tanto ricca. E' bello provare tutto questo... non credi?"
Lo credevo, eccome! Mi è tornata in mente la "caramella rossa da non mangiare" di quella stessa mattina. Che coincidenza... ma la Vita usa il linguaggio delle coincidenze per inviare messaggi tutti da interpretare.
Chissà... una caramella come pegno di appuntamento, un cuore di cioccolato per tanto affetto da dimostrare.
Alla fine quell'Amica ha concluso...
"Siamo stati creati gli uni per gli altri, e viviamo gli uni per gli altri perché in Noi c'è qualcosa degli altri e negli altri qualcosa di Nostro".
E a me Tutto è sembrato un meraviglioso racconto di Natale.

1 commento:

  1. Gli uni per gli altri, la vostra amicizia, il vostro aiuto, passa da me se vuoi e troverai un po' di Te. Insieme si potrà passare un meraviglioso Natale. Baci.
    Ale

    RispondiElimina