luglio

luglio
luglio

venerdì 25 gennaio 2013



Un'eroina dei Nostri tempi... Anna-staccato-Lisa
"Aiutare chi sta vivendo la stessa esperienza. Sconfiggere la malattia rende persone speciali agli occhi di chi sta ancora lottando contro il cancro. Un aiuto può essere molto importante per chi ne ha bisogno."




Avevo riportato questi brevi pensieri, tratti dall'ultimo "verbale" dell'incontro del gruppo "G.A.M.A.", perchè fossero introduttivi a quello che avrei raccontato della mia giornata odierna in reparto... un giorno da "volontaria convinta"... tirocinante esperta. Sì... perchè di cancro, metastasi, terapie ed effetti collaterali ne capisco un po' e non solo perchè ci sono passata... quindi tra questi argomenti mi muovo spedita, ma quando si tratta di persone... anime, emozioni e sofferenza, penso proprio di dover affermare che non smetterò mai di imparare, dovrò agire con la massima cautela... sarò una "tirocinante a vita".
Prima di cominciare come ogni sera cercavo poi un'immagine che fosse significativa  per quello che avrei scritto... e ad un certo punto mi è apparsa questa foto, la foto di "Anna-staccato-Lisa" che ho postato.
Parlare di Lei credo sia inutile... Chi non la conosce almeno di fama, per quel Suo coraggio e la grande voglia di vivere che l'hanno resa indimenticabile?
La foto accompagnava una pagina del blog di cui era autrice... forse quel giorno non era di quelli giusti, capita a volte... e Lei per esprimere uno stato d'animo ricorrente in Chi si trova ad affrontare una lotta quotidiana di quel tipo, in tale spazio preferì riportare un brano inviatole da un lettore... parole che rispecchiavano in pieno ciò che provava in quel preciso momento.
Desidero trascriverle anch'io... per ricordarla innanzitutto, perchè oggi ho colto in più di un paziente le stesse emozioni, e poi... perchè capita anche a me... a volte di fare gli stessi pensieri.

ORA CHE SONO VIVA...

PREFERISCO che tu condivida con me qualche minuto
ora che sono viva,
che una notte intera quando sarò morta.

PREFERISCO che tu accarezzi soavemente
la mia mano ora che sono viva,
piuttosto che adagi il corpo sul mio cadavere
quando sarò morta.

PREFERISCO che tu mi faccia una breve chiamata
ora che sono viva,
invece di intraprendere un lungo viaggio
quando sarò morta.

PREFERISCO che tu elevi a Dio una breve preghiera
ora che sono viva,
che non una messa cantata
quando sarò morta.

PREFERISCO che tu mi dedichi un solo accordo di chitarra
ora che sono viva,
che non belle parole sulla mia tomba
quando sarò morta.

PREFERISCO anche i più piccoli dettagli
ora che sono viva,
che non grandi manifestazioni di affetto
quando sarò morta.
               (da  "Vivere il tramonto", Paure, bisogni e speranze dinanzi alla morte.   Arnaldo Pangrazzi)


7 commenti:

  1. è una poesia cara Mary veramente da leggere!
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto, Amico mio... da leggere e meditare.
      Un abbraccio e Buona Domenica.
      Mary

      Elimina
  2. Anna Lisa è rimasta nel cuore di molti...Grazie di cuore per averla ricordata, un grazie davvero! baciobacio cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'hai detto, Anna Maria... Anna Lisa è rimasta nel cuore, non si può dimenticare... ne ricordiamo il coraggio, la solarità, quell'incredibile voglia di vivere che la spingeva a fare progetti continui per il futuro nonostante tutto, anche se sapeva.
      Anna Lisa è un esempio per ognuno, lo è ancora di più per quelli come me, che solo in minima parte hanno fatto il Suo stesso percorso.
      Ti abbraccio, Amica cara e... grazie, grazie per tutto.
      Mary

      Elimina
  3. Ciao Mary, passo qui da te tramite AnnaMaria...volevo ringraziarti per le bellissime parole che hai scritto per Anna Lisa.
    Sempre sempre sarà scolpita nel nostro cuore, la nostra Apina non smetterà mai di produrre dolce miele nella vita di tutti chi hanno avuto la fortuna anche solo di averla conosciuta tramite il suo blog. Ti ringrazio ancora e ti abbraccio. Fiorella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GRAZIE per essere qui, cara Fiorella.
      Pur con tanta malinconia e tristezza non posso non parlare spesso di Anna Lisa e non solo perchè è una giovane donna che ha perso la vita nella Sua battaglia, ma anche perchè riusciva a... "contagiare" speranza. Ma, come giustamente Tu dici, Lei non è più solo fisicamente e continua a... Vivere "per" e "in" Noi che cerchiamo di seguirne l'esempio non sempre degnamente.
      Ricambio volentieri l'abbraccio e spero di vederti ancora qui.
      Mary

      Elimina
  4. Ciao cara, ti ho appena conosciuta perchè ti ho vista fra i miei ultimi followers. Beh, leggerti mi ha fatto molto piacere. Ti seguo anche io.

    RispondiElimina