ottobre

ottobre
ottobre

domenica 13 gennaio 2013

"Stare insieme allevia la solitudine perchè... chi non è dentro a questa malattia non sa davvero quello che si prova. A noi invece basta uno sguardo... ed è questa la forza"



"E' una storia della tradizione siciliana... ve la racconto?", e al Nostro cenno di assenso ha continuato... "Ah, è bellissima. Il Signore dopo aver completato la creazione del Mondo, mandò sulla Terra San Pietro perchè controllasse che fosse tutto a posto. L' "inviato" di Dio partì per la missione, e appena arrivato vide che sulla terra regnava il caos... liti, guerre e lacrime dovunque. Tornò allora dal Signore... Padre, sulla terra non va affatto bene, c'è troppo dolore!... Così Dio diede una "resettata", per dirla alla maniera moderna, al tutto e poi mandò di nuovo San Pietro a verificare. Questa volta era tutto perfetto... solo sorrisi, spensieratezza e assoluta mancanza di sofferenza... Signore, ora sì che le cose procedono al meglio!... riferì il santo a Dio Padre che restò comunque ancora perplesso. Per Lui c'era da apportare qualche altra piccola modifica, più che altro... un "ritocco". Così San Pietro anche se malvolentieri ritornò sulla Terra... Ma che necessità c'era, pensava... era tutto così perfetto, la felicità assoluta! Ma obbedì e ritornò nel Mondo per la terza volta. Qualcosa  in effetti era cambiato... notò che metà tra gli uomini erano sereni e sorridenti, per la restante parte al contrario... adirati, burberi o addirittura violenti. Tornato da Dio Padre riportò la cosa, temendo che lo rimandasse ancora giù, invece... Aggiusta qui, aggiusta là, finalmente nel Mondo si era raggiunto l'equilibrio giusto.
Questo, Amiche mie che cosa sta a significare? Nella vita non si può stare sempre tranquilli, senza problemi e difficoltà... come non si può essere sempre arrabbiati e scontenti... ed è inutile pure prendersela con Dio.
La Vita è questa... è fatta così, metà e metà. Sei contento "però" ad un certo punto succede qualcosa e contento non lo sei più... poi Ti senti sprofondare, tocchi pure il fondo, "però" quando meno Te l'aspetti il peggio passa e cominci a risalire la china. C'è sempre un "però"... metà e metà!"
Incantate dal contenuto della storia e anche dal modo in cui era stata raccontata, guardavamo il Nostro "narratore" che continuava a... parlare di sè elaborando questa volta la "Sua storia" alla luce della precedente, frutto della fantasia.
Una vita vissuta in pieno... ricca di soddisfazioni...viaggiando per lavoro, conoscendo tanta gente...  "però" quando pensava di poter godere della pensione in tranquillità, ecco arrivare la malattia.
" Comunque non mi posso lamentare, ho 75 anni... tutto sommato ho vissuto bene e poi... se pur con le terapie continuo a... vivere! PERO'... a questa età, non sono stato così sfortunato..."

8 commenti:

  1. Continua a guardare questa forza aumenterà!
    è quello che io ti auguro di tutto cuore.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GRAZIE, Tomaso... il Tuo augurio già dona forza.
      Un abbraccio.
      Mary

      Elimina
  2. Buongiorno, Mary e auguri per l'anno appena cominciato.
    Proprio così: la vita è una sfida, giorno per giorno, è la condizione dell'essere umano e richiede forza, ma anche gratitudine. Il tuo "narratore" lo dimostra.:)
    Marilena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Marilena e tanti auguri anche a Te per un felice anno.
      Ogni giorno della Vita è una sfida da affrontare e possibilmente vincere, e quando ciò possibile non è, resta comunque come esperienza che rende più forti... come il "narratore" dimostra.
      Un caro saluto,
      Mary

      Elimina
  3. "stare insieme allevia la solitudine..." e tu sei vicina a tante persone sole. Grazie Mary per tutto quello che fai. Buona settimana.
    Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai, Ale... "stare insieme" fa star bene anche Chi solo non è... si scambiano esperienze, si pensa meno a se stessi e ai propri guai( Chi non ne ha?!).
      Non credo di meritare un grosso "grazie"... il bene lo faccio anche a me stessa.
      Un abbraccio forte forte, carissima Amica mia.
      Mary

      Elimina
  4. La vita è davvero così, finisci nel fondo del pozzo e poi, improvvisamente risali. L'importante è non lasciarsi mai andare.
    Buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E meno male, cara Ambra! Se non ci fosse almeno questo pensiero Tutti sarebbero disperati... e la Speranza allora dove finirebbe? Probabilmente in un pozzo senza fondo.
      Un caro abbraccio.
      Mary

      Elimina