ottobre

ottobre
ottobre

lunedì 7 gennaio 2013

"Ascolta cosa spera il cuore per te e per gli altri e poi segui quel richiamo.
Che la speranza metta il nido nella tua casa."


E la speranza ce l'ha messo il nido in me... e l'albero su cui poggia il nido ha radici forti e ramificate che tendono ad allungarsi per arrivare dove non è possibile sapere tanta è la capacità del buon intento. Eppure basta una folata di vento magari un po' più forte e... qualcosa cede... anche se la forza non crolla.
L'albero resta ben dritto e il "nido della speranza" si riaggiusta dopo qualche scossone.
Non resta che riprendere a mettere radici... questo è importante per restare in piedi e dar conforto alla speranza... chè non s'indebolisca e venga meno.
Un "fiocco di tenerezza" appropriato, capitato giusto a Chi oggi non si è sentito compreso. Un colpo di vento improvviso... e poi, queste parole a tentar di sistemare le cose.
Eliminerò la "radice" che non va per far posto questa volta a più di una e piano tornerò a star salda... e questo forse anche domani stesso. Perchè non può perdere tempo Chi al Tempo dà il valore speciale che merita.
Oggi al primo incontro dell'anno del GAMA (gruppo di auto mutuo aiuto) ho recepito stimoli fortissimi che hanno rafforzato la mia autostima, oggi bisognosa di sostegno.
Io credo moltissimo in ciò che dico e cerco di mettere in pratica e non solo per quello che riguarda la malattia, in quanto questa stessa mi ha allargato orizzonti e prospettive in ogni aspetto della quotidianità.
Guardo la Vita non più con occhi da miope... e chiaramente non mi faccio problemi inutili, non cerco il pelo nell'uovo... sorvolo sulle banalità e dò il giusto peso a parole ed azioni inquadrandole nel contesto. Non mi va più di "farmi il sangue amaro" per niente e per nessuno... sbaglierò forse a giudicare troppo "al positivo"... ma a che cosa servirebbe il contrario, vedere il male in Tutto e Tutti, non essere indulgenti?
Sarei sempre triste... e che Vita sarebbe questa, dopo che ho tanto lottato e ancora lotto per tenermela stretta?

2 commenti:

  1. Brava Mary ...che il tuo atteggiamento positivo ,diventi modo di vedere la vita,vedere comunque il bene intorno a noi rende meno brutte le cose che non vanno...e poi la vita è talmente piena di ricchezza d'amore da dare che ogni giorno puo' essere bellissimo!
    Un abbraccio Anto.

    RispondiElimina
  2. E' vero, Amica mia... è come Tu dici, anche se non è sempre facile mantenere l'atteggiamento ad un alto livello di positività. Non siamo soli col Nostro pensare ed agire... e se questo da una parte può essere un bene, dall'altra costituisce un forte condizionamento. E così si continua a... combattere su due fronti... ed è conflitto senza mai una fine certa e di conseguenza viene messo in crisi anche il "fine" per cui si combatte.
    Ma si ricomincia daccapo... e ancora una volta senza fine.
    Un abbraccio con grande affetto e simpatia,
    Mary

    RispondiElimina