ottobre

ottobre
ottobre

venerdì 28 ottobre 2016

VOLTO ALLO SPECCHIO


Se non si comincia con un sorriso, si resta impantanate di brutto. ma se il Sorriso finalmente si dà la spinta non ci si ferma più.
Noi, col Make Up in corsia approcciamo proprio in questo modo, invogliando nell'immediato verso quella "curva" che raddrizza ogni cosa. Un atteggiamento positivo in generale offre subito la prospettiva migliore per Chi non vive un bel momento e che in modo naturale sceglierà l'immagine giusta per sé. Per ritrovare l'identità rubata dalla malattia, per abbandonare di questa il volto e acquistarne uno nuovo per sé.
Proporre il trucco ad una donna in terapia come alternativa in quel "momento parallelo" è un modo di accoglierla ridimensionandone il dramma. Lei sarà portata ad aprirsi, raccontarsi... fidarsi. Permetterà che le si tocchi il volto, quel volto che ora non riconosce e quasi rifiuta, sperando che qualcosa cambi anche solo per un giorno per tornare a piacersi.
A volte basta pure solo un tratto di matita sotto gli occhi o intorno alle labbra, perché un difetto diventi un punto di forza, una virtù.
Dei colori giusti, adatti all'incarnato e una donna scopre di non essersi mai vista così bella allo specchio. E fantastico è che non lo nota solo lei.
Qualche giorno fa una paziente ha accolto benissimo la proposta di farsi bella...
Si, perché no? Mio marito vuole che mi trucchi, dice che sono troppo pallida. Ma io non l'ho mai fatto, e che... comincio proprio ora che sto così? Però oggi voglio farlo contento. Sarà una sorpresa per Lui quando verrà a prendermi.
E così, docile e fiduciosa, ha "affidato" il Suo volto ad altre mani. In meno di un quarto d'ora si era trasformata, giusto il tempo che arrivasse il consorte, che entrando all'improvviso e fermo sulla porta è esploso in un entusiasta... Madò, quant'è bella la 'uagliona mia (la mia ragazza)!
Addirittura l'avevamo ringiovanita. O forse no, comunque avevamo creato i presupposti, l'occasione per un bel complimento che in una situazione del genere funge da ulteriore supporto terapeutico.
Tutti sorridenti quindi, e qualcuno persino commosso. Un bel "paragrafo" di storia.
Ah, dimenticavo... quel marito voleva fissare un appuntamento come dall'estetista o il parrucchiere...
Sta troppo bella. Quando possiamo fare la prossima?
Noi, l'abile volontaria del Make Up ed io, ci siamo guardate e qualcosa abbiamo detto...
Combineremo. Faremo in modo di combinare entrambi gli appuntamenti.
Perché sono due aspetti di realtà che vanno affiancati. L'uno non può escludere l'altro, anzi non deve.

Nessun commento:

Posta un commento