ottobre

ottobre
ottobre

mercoledì 26 ottobre 2016

VOLANO I GIORNI


Semplicemente così. Come perle infilate una per una... come grani di rosario in successione.
Si accavallano i giorni, le settimane, i mesi. Già soprattutto i mesi.
Non dirmi che è già passato un mese!?
Quella moglie sempre sorridente, alla mia esclamazione ha sorriso ancora di più...
Eh, si... un altro mese è passato. Quando puoi, vieni. Ché Lui ti aspetta.
I loro passaggi mi segnano i mesi che passano, ed è una gioia vederli e con loro parlare mentre guardo fuori dalla finestra alle spalle, e ammetto che veramente un altro mese è passato. Anche in quel luogo dove pare c'ibernano all'entrata, ci conservano per tutto il tempo, e poi ci restituiscono alla normalità. Che non sarà mai la stessa, perché sempre accompagnata da un pensiero fisso. Torna... non torna... e se tornasse?
Beh, se tornasse sarebbe un bel guaio. E in considerazione di ciò faccio finta di niente, cerco di non pensarci, e vado avanti per la mia strada.
Giuseppe, racconta quanto è grande la Tua passione per la terra...
E Giuseppe racconta e si anima in un crescendo di vita.
Giuseppe, qual è il frutto di questo periodo?
E Giuseppe spiega che si sta preparando alla raccolta delle olive.
Giuseppe, di' che combattente sei...
Io so' grande combattente, è una vita che combatto e non m'arrendo.
E Giuseppe cammina poco e male pure con le stampelle.
La moglie ad un certo punto mi si avvicina e quasi in un soffio mi sussurra all'orecchio...
Lo sai, oggi ha chiesto al dottore se hanno scoperto qualche nuova medicina per trattare il Suo caso. Perché Lui vuole vivere e non si arrende.
Ecco, è questo che mi prende e rigenera. Tanta Vita intorno, nonostante tutto. I miei giorni volano e sono felice che trascorrono così, con tanto da fare e i molti volti da accarezzare col pensiero.
Perciò continuerò per questa via, facendo di ogni incontro la mia nuova dottrina.

Nessun commento:

Posta un commento