luglio

luglio
luglio

lunedì 23 novembre 2015

TRA LE MATITE COLORATE...


Emoticon heart
Seguendo istintivamente l'ultima immagine che la Mente ricorda, scelgo un colore... ed è l'arancione. Come la busta piena di caramelle alla frutta, arrivata in dono all'improvviso da un' "accompagnatrice" di professione.
Arancione anche Lei per un'esuberante solarità e il sorriso che "spacca" ad ogni domanda e risposta. Pure quando si commuove... lacrime come gocce trattenute da un timido sole.
Quando mi disse con estrema naturalezza... sono accompagnatrice di professione... ero convinta di aver capito male. Fino a quel momento avevo pensato fosse figlia o nipote, comunque parente della signora anziana che faceva la terapia...
Certo, è proprio il mio lavoro. Dici che è strano? E invece sono piuttosto richiesta... accompagno chi vuole essere accompagnato ed è solo e non ha chi l'accompagna.
Non ci crederete, ma esattamente così faceva la "promoter" di se stessa. Sue testuali parole.
... ora non è che accompagno solo in ospedale, ma pure in chiesa, al mercato, a fare shopping. Mi permetto anche di dare qualche consiglio, come "una di famiglia", e devo dire che la cosa non dispiace.
Mentre si sponsorizzava, accomodava il cuscino alla signora, sistemava le poche cose sul comodino...
... ché poi io mi affeziono, diventano come parenti e ci racconto tutti i fatti miei. Anzi mio marito dice di limitarmi, non "allargarmi" troppo. Eh già, fosse possibile 'sta cosa...
E una risata le era venuta fragorosa, perché ironizzava sul Suo fisico non certo esile...
Prendi una caramella?... sono tutte senza zucchero.
Dici a me? Mi sono proibite con e senza. Pure i dolcificanti, il fruttosio e la frutta mi fanno ingrassare. Grazie, fai conto l'abbia presa.
Poi... cinque lunghi minuti di silenzio...
Senti... ma Tu sei devota a qualche santo?
Era Lei a chiederlo a me...
No... a nessuno in particolare. Sono credente e basta. Ma perché me lo chiedi?
Pensavo lo fossi... per stare vicino ai malati per forza devi votarti a qualche santo. Io sono devota a Sant'Antonio, eppure non ci riuscirei mai.
Gli occhi le si erano fatti lucidi all'improvviso...
... è più forte di me, vedi...? Mi viene da piangere.
Sarà come Tu dici, anch'io pensavo di non essere adeguata a impegni così importanti, poi un'avventura mi ha fatto comprendere che sbagliavo... finché non ti cimenti, non osi, non puoi capire fino a che punto sei davvero capace.
Ma lo sai che hai detto una cosa giusta?... e mi guardava ancora più stupita.
Poi all'improvviso... cambio di tono e argomento.
Senti... mi fai pubblicità? Nome, cognome, numero di telefono, e specifica... automunita, perché è importante, è una marcia in più. Non dell'auto, la mia.
E di nuovo una risata, contagiosa, colorata di arancione. Come la maglia che indossava, come la busta di caramelle che mi ha dato qualche giorno fa, aspettandomi sull'uscio della stanza...
Tieni... sono per i "Tuoi malati".
Con un sorriso e un bacio.

Nessun commento:

Posta un commento