maggio

maggio
maggio

venerdì 20 novembre 2015

IO CI STO BENE... E TU?


Emoticon heart 
Ma si, stasera vado un po' fuori dalla linea, non voglio concludere il giorno con riflessioni troppo profonde. Facciamo così... concedo una pausa, una breve parentesi, un inciso per la stabilità della condizione di benessere, ovviamente non solo mio. Ché certamente a lungo andare non vorrei vedere Tutti in "paranoia progressiva".
In effetti di benessere dovevo parlare, quindi lo farò nel modo più lieve, forse quello giusto... cibo sano e buone relazioni, attività in allegria e spiritualità intensa. Cose belle che fanno apprezzare la vita, ancor di più quando l'hai sentita per un po' scivolare come sabbia tra le dita. Piccole gioie che se condivise ritornano a Te come "tesoro" di originale valore.
NOI siamo un gruppo... QUI, e cerchiamo tra il serio ed il faceto di "stare bene", Insieme. Perché INSIEME E' MEGLIO, come il motto del G.A.M.A. "martella" a fin di bene.
Andare in gruppo funziona, si va in cordata, ognuno fa da traino alla bisogna e alla fine torna a confidare in se stesso. Anche se fino a poco prima credeva di valere meno di un "fico secco".
A proposito di fichi secchi... lo sapevate che pur essendo assai dolci costituiscono un alimento sano? Un po' tutta la frutta secca in generale... quindi pure noci e mandorle a volontà o quasi, compresi i pistacchi, trasgressione economica visto i costi.
Ce ne fa sempre "promemoria da gustare" il Nostro Amico Antonio al termine di ogni incontro. E non solo... Lui segue la "sana linea alimentare" proposta dai nutrizionisti e ci fa dono di qualche elemento che ne fa parte.
E per Noi, tornando a casa, sarà autentica poesia... un pizzico d'origano sulla fetta di pane e pomodoro, due foglie d'alloro nel "pancotto", un filo d'olio su entrambi per un "piacere" lecito e vitale. Perché cibo è attaccamento alla vita, è il primo passo verso lo "stare bene".
Io ci sto bene, infatti... perché non finisce qui. In gruppo si medita e si prega per Chi vuol pregare, si è spirituali sempre quando ci si guarda dentro per ritrovarsi o magari scoprire di essere altra persona, mai pensata prima e per questo praticamente "nuova di zecca".
Poi si fa festa Insieme, con saggia trasgressione e il giorno dopo a dieta, pensando che tanto "semel in anno licet insanire".
Si vive insomma... si vive. Si ride fino alle lacrime anche se il giorno prima qualcuno ha pianto, perché è così... vivere è così, ed è bello tutto perché sempre esposti all'elevato rischio del contagio positivo.
Non mancano mezzi ed ingredienti, nemmeno difficoltà.
Ma alla fine conta il risultato, quasi sempre certo.
Far "assaporare" la Serenità.
nb... guardate un po' il regalo che mi ha fatto Antonio... sempre Lui...
Sarà destino, augurio o premonizione?
Ci penso su, non mi prendo troppo sul serio ma intanto...
Io ci sto bene... e Tu?

Nessun commento:

Posta un commento