luglio

luglio
luglio

giovedì 13 agosto 2015

CADERE E RIALZARSI



Emoticon heart 
Credo bisognerà rassegnarsi ad un "percorso ad ostacoli", d'altra parte Chi non ha vissuto o vive esperienze che segnano?
Solo, dopo aver vissuto la mia, pensavo tutto il resto fosse più facile, sia pure nel travaglio più grande.
Si sbaglia e viene posto rimedio... si cade e ci si rialza. Basta volerlo e chiedere l'aiuto giusto con la spontaneità del Cuore.
Mah!... evidentemente non è del tutto così, e quindi dovrò io stessa essere ancora molto cauta e attenta a non inciampare. Comunque non mi fermo, non mi ritiro sotto una "campana di vetro"... non mi arrendo.
I pensieri e l'autoanalisi, la ricerca continua di maggiore consapevolezza e l'autocritica, tutto in un breve arco di tempo però non portano completamente un bene... e così per l'intero giorno mi sono ritrovata con un mal di testa "importante"... per intensità e motivazione.
E mi sarei fermata qui, tanto quel che avevo da dire una volta tanto in sintesi l'ho detto... poi l'ennesimo fatto nuovo di questa estate a dir poco particolare, è sembrato capitare "per" me, come monito ed insegnamento.
E allora, è vero... non si finisce mai.
Spenderò qualche altra parola, più per convincermi che altro... ogni situazione è a sé, e Chi la vive non va giudicato né compatito ma compreso in un'ottica più vasta. Globale.
Sbaglia Chi considera con severità e non ha la cognizione dei fatti, compresi eventi e vissuti. Dopo... dovrebbe garbatamente tentare di mettersi nelle condizioni di Chi ha di fronte e valutare le proprie capacità in quel nuovo contesto.
Un "dolore" improvviso, acuto che si accompagna con i dubbi e le ansie... i tentativi poi di reagire con mezzi sorrisi che diventano risate esagerate fino alle lacrime per nascondere il pianto "dentro"... cadere e rialzarsi a fatica... reggersi in piedi con un equilibrio precario.
Chi sta per giudicare l'altro, provi a chiedersi se mai sarebbe stato in grado di vivere "tutto questo", reggere a colpi ripetuti.
Riprendersi e illudersi... sperare e disilludersi.
Riprendere a sperare.
Durerà? Certo, perché nulla è per sempre e finirà tanta sofferenza subdola, continua che lacera i rapporti tra persone che alla fine vivono lo stesso dolore.
Tutto passerà se pur tra mille affanni, lasciando per speranza un fiore tra le pietre.

2 commenti:

  1. Bel post Mary,non mollare mai e buon Ferragosto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Olga... buon Ferragosto anche per Te.
      Un abbraccio...

      Mary

      Elimina