novembre

novembre
novembre

venerdì 17 luglio 2015

UNA RICETTINA SEMPLICE



Emoticon heart
L'avrò appena detto, mi pare... vivere con leggerezza, fantasia e un tocco di poesia.
Vero è che facile sempre non sarà, ma bisogna cominciare dalle basi, dal semplificare il quotidiano per sé... programmi con poche "voci" in modo da spuntarle man mano velocemente e tutte fino alla fine, e soprattutto programmi suscettibili di cambiamento. Senza farsene un problema, anzi... scorgendo immediatamente il meglio nel cambiamento.
E poi... importantissimo è adeguarsi alle situazioni e accettare il momento contingente, con pazienza aspettare che passi per poter tornare a quello che è stato o era fino a qualche tempo prima.
Facciamo un esempio... tanto per restare in tema... leggero?
Stasera Vi suggerirò una ricettina semplice, perché fa molto caldo, è estate e non si può andare sempre sul pesante. Alla lunga anche ciò che piace finisce col restare sullo stomaco e provocare sbadigli senza interruzione.
Digestione difficile...? Assolutamente, SI.
Allora... la mia ricetta è proprio una ricetta vera, si parla di buon cibo. Un piatto genuino, leggero... sono certa che piacerà.
L'ha partorito oggi la mia fantasia ammaliata, o forse perché io semplicemente inebetita dal caldo, non sapevo che cosa preparare per il pranzo... pochi ingredienti in frigo, poca voglia di stare ai fornelli, appetito scarso e bisognoso di solleticanti stimoli.
Così dopo aver scottato una ventina di pomodori perini ben maturi, li ho spellati, ben schiacciati e poi messi in "confusione" dentro una zuppiera vintage con olio extravergine di oliva, uno spicchio d'aglio, 10 olive nere a pezzetti, 1 cucchiaio di capperi sottaceto, 1 scatoletta di tonno e 6 foglie di basilico fresco raccolto dal vaso che ho sul balcone.
La confusione è durata un'oretta o poco più, all'ora di pranzo ho lessato delle linguine di Gragnano, passate sotto il getto di acqua fredda e poi condite col mio sugo fresco, veloce e stuzzicante.
E' nato così, a luglio in un torrido giovedì, un mio nuovo "primo piatto".
Come lo chiamiamo, mamma?... ha chiesto mio figlio.
Sono linguine... nate qui, da me... le chiameremo, LINGUINE DI CASA MIA.
Nostrano il nome come il gusto, semplice e buono il risultato.

2 commenti:

  1. Due spaghetti, pomodoro, basilico.... e abbiamo fatto centro Mary. Pochissima fame anch'io tanto sonno, di notte non si dorme. Un grandissimo abbraccio e buon w.e.

    RispondiElimina
  2. Un piatto semplice, gustoso e sano, sono i migliori per me

    RispondiElimina