agosto

agosto
agosto

martedì 21 luglio 2015

TANTI ANNI DOPO... IL GIORNO DOPO

Emoticon heart
E se non sono gli Altri a chiederlo, me lo chiedo da sola... ma ti rendi conto di quanti anni sono che vai per danni su questa pazza terra?
Poi coraggiosamente mi rispondo... se faccio danni reali, questo non so... ma nel caso sia pazza la terra davvero li merita allora i miei danni, e forse mi contagia un po' della sua follia.
Sono abbastanza, è vero gli anni compiuti, e mi piace pensare siano ben portati quasi potessi così aggiungerne parecchi ancora... chissà.
Sarà della stessa opinione pure mio padre che continua a... ripetere che ormai possiamo considerarci coetanei, anzi da ieri pure "anziani" entrambi.
Va be, lo lascio dire... non è mono-tono solo in questo, e ogni anno non ci risparmia nemmeno la solita storia... come "faticosamente" diventò padre per la prima volta tanti e tanti anni prima...
"Aspettate che... vi racconto...", e giù... di quanto avesse corso, cercato disperatamente in quella domenica assolata di un'estate caldissima, la più calda del secolo, il secolo scorso.
Non fu infatti un parto facile e rischiammo di morire mia madre ed io, ma evidentemente destino diverso aspettava entrambe se Lei di gravidanze ne ebbe ben altre cinque ed io dovevo arrivare ad un'età matura per vivere la "storia" che avrebbe cambiato il corso dei miei anni a venire.
Quando la Mamma era in vita lo ricordava anche Lei quel giorno... la sofferenza, il caldo, l'esito incerto di come sarebbe andata a finire... però concludeva il racconto con il Suo sorriso più bello, segno che di tutto quanto le era rimasto solo il bel ricordo.
E' certo che la nascita di un figlio, soprattutto il primo, annulla tutto quello che l'ha preceduta. Comincia il secondo atto di una commedia... stessi personaggi, quasi uguale la scenografia ma con una sceneggiatura completamente diversa perché è la trama che lo richiede.
Una nuova vita... in tutti i sensi.
Passano gli anni e la storia si evolve, altre si affiancano e s'intrecciano quasi come un romanzo o addirittura una "saga" di quelle interminabili da perderne il filo.
I figli diventano poi genitori con le difficoltà, le gioie che il ruolo comporta, e tramandano i ricordi come bene prezioso.
Per ogni anno della loro età... tante istantanee di un Amore che non ha pari.

2 commenti: