agosto

agosto
agosto

giovedì 13 novembre 2014

E IL CONFORTO VIENE DALLA VITA STESSA

E la Vita continua anche quando dopo tanto riflettere, decidere e non decidere, si accusa la stanchezza, si sente un vuoto dentro. Che poi è meglio sia così, che tutto proceda nella normalità assoluta, quel che capita peserà assai meno.
Vero è che a volte vorresti fermare il Mondo, il Tempo... anzi, volentieri torneresti indietro, ma non puoi Tu farlo, né gli altri stare lì a guardare o soffermarsi su quello che provi, perché appunto... la Vita continua.
Qualche giorno fa ho incontrato una nuova Amica...
Bella donna, aspetto risoluto, sguardo vivace, e... tutti i capelli sulla testa.
Anche per lei, mastectomia ma senza ricostruzione né possibilità di farla in futuro, semplicemente perché l'ha rifiutata.
"Mi chiedono perché non ho voluto, dicono che ho sbagliato, dovevo farlo almeno per mio marito. E che mi interessa di mio marito... che c'entra lui con le mie decisioni e il mio legittimo desiderio di ridurmi le sofferenze?"
L'ho ascoltata quasi senza replicare... in parte aveva ragione, e forse non si era persa nemmeno granché, questo è a parere mio, di persona che la ricostruzione l'ha fatta.
Mi ha detto che era il primo ciclo di chemio a cui si sottoponeva, ma il primo di una nuova terapia, perché l'altra non aveva funzionato come doveva... ed era pure passato già un anno.
Per giunta adesso si sentiva sgomenta perché quello che non era successo la volta precedente, le avevano detto, sarebbe accaduto nelle prossime settimane. Avrebbe perso i capelli. Questo, dopo un anno di "illusioni" non riusciva ad accettarlo.
Con la malattia credeva di aver già dato tutto e il suo contrario... sofferenza e lacrime... gioia e sorrisi. Non avrebbe patito più perché aveva imparato a guardarsi dall'esterno, come fosse un'altra persona, quindi ad amarsi perché le era più facile donare ad altri i sentimenti. Pensava, ora ci sono e solo questo conta, voglio continuare ad... esserci e devo concentrarmi su questo.
Era riuscita a vivere nella piena normalità, senza lamentarsi né caricare i familiari di inutili ansie.
La stanchezza per tutto quello che aveva passato e fugaci pensieri erano stati accantonati per le problematiche delle persone a lei vicine. Tutto ciò affinché per loro fosse sempre tutto a posto...
Ora, improvvisamente si rende conto che non è così... sono tornati i suoi problemi e pur non volendo, deluderà i figli, e darà ansie e timori all'amore della sua vita... mentre cerca di riprendersi la vita di un tempo.
Un Tempo che inevitabilmente ed inesorabile va... perché, si... la Vita continua.
Qualcosa perciò deve fare, lei non può fermarsi.
E con le lacrime agli occhi, ha concluso, "... no, non aspetto. Nel pomeriggio esco per una parrucca".

Nessun commento:

Posta un commento