dicembre

dicembre
dicembre

venerdì 8 giugno 2012

Se ci fosse stata ancora l'ombra di un dubbio... oggi sarebbe stata fugata.
La notizia della chiusura del reparto ormai va diffondendosi più rapidamente. I primi giorni era nota solo a coloro che erano in terapia, a parte me... poi pian piano a quelli con gli appuntamenti prossimi per il FOLLOW UP... e nei giorni che verranno lo sapranno Tutti gli Amici di quel terzo piano.
In meno di due mesi sono successe tante e tali cose...
A ripensarci... proprio dalla data del mio intervento di ricostruzione.
Che strana coincidenza... anche perchè allora vissi l'evento come... un giro di boa per una serie di fatti che io subito interpretai segni di un cambiamento in atto. Non lo si comprendeva nell'immediato ma si respirava nell'aria.
Il Dottore sempre più serio che evitava soste più lunghe e una leggera tensione spesso presente ove non era mai stata.
Bisogna pur proteggersi in qualche modo da situazioni di cui non si è responsabili. Ora l'ho capito.
E intanto al momento tutti i conti tornano in un bilancio che purtroppo non è affatto positivo.
Stamane... Zia Si di nuovo al telefono... "Ma insomma, che cosa è successo al reparto? Io ho fatto la TAC... a Chi porterò il referto... e poi tutti gli altri controlli? E Tu... che cosa pensi di fare?"
Non ho fatto in tempo a riattaccare che subito... dall'altro capo, Ma  che c'mport...
"No... ma qua ormai non si capisc' più niente. Ma perchè... perchè proprio a NOI?"
I tagli, Amica mia... i tagli e le manovre.
 "Ma propr' a quist' avevan' tagghià?! NOI c'abbiamo già i guai nostri!"
Hai ragione, Amica mia... ragione grande.
"E io.. andò vado mò? E se torna quella brutta bestia? Vai a cuntà a 'naltro 'na storia di dieci anni!"
Eh sì, Amica mia..." ma che c'mport", e questa volta non sei stata Tu a dirlo.

9 commenti:

  1. Appunto! Ma che c'importa!! Ci volevano dei professori eccelsi, esperti in econimia mondiale, cattedratici con il fiore all'occhiello per dirci: " Dobbiamo aumentare le tasse e diminuire le pensioni la sanità il costo dei servizi pubblici ..ci servono soldi e ce li dovete dare voi, gente onesta che per essere pari con tutti e non avere debiti siete disposti a togliervi il pane di bocca e se non avete denaro ve lo inventate, con voi siamo sicuri che il salva Italia funzionerà!"
    Eccheccaaavoolooo! Ci volevano menti eccelse per fare ciò? La mia mente cretina mi dice che se aumentiamo troppo il costo della vita diminuiranno gli acquisti e l'economia andrà sempre più in crisi. Ci volesse un CRETINO al governo? Forse ci voleva il trota!
    Scusa lo sfogo, cara Mary ma sinceramente non se ne può più, quando sento che ci rimettono delle persone deboli e bisognose di cure, perdo la testa. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amica cara, da che mondo è mondo è sempre stato il più debole a rimetterci. Oggi è un brutto mondo e sono SOLO le persone vulnerabili... a scadenza, praticamente considerati rami secchi ad essere colpiti.
      Credo possa bastare! Sarebbe ora che facessimo sentire la Nostra voce in maniera forte ed inequivocabile. Operando più volte, in modo continuo forse daremmo noia e alla fine si capirebbe che NOI non siamo più da trattare come pecore di ritorno dal pascolo.
      Grazie, Katia! Col Tuo sfogo hai permesso di "liberare" il mio.
      Un grandissimo abbraccio,
      Mary

      Elimina
  2. Io direi che l'insensibilità verso i disorientamento dei pazienti è da spiattellare sui giornali. Non possono chiudere così dovrebbero contattare le persone fin'ora coinvolte e dirottarle verso un nuovo nucleo..sarebbe troppo chiedere un minimo di organizzazione??
    E' come sempre per tutte le cose "italiane" prima si disfa e poi si pensa al perchè e al percome..assurdo!!
    Ciao Mary..speriamo si rendano conto ma voi protestate..fate qualcosa riunitevi tutti e fate casino dovranno pur venire a compromessi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Costy cara... nessuno dalle "alte sfere" ha considerato neanche come remota tale eventualità. Sono state le "persone meravigliose" che hanno operato per più di 30 anni nel reparto a "quel terzo piano" a curarsi d'informare, indirizzare naturalmente con tempi stretti e grande disguido.
      Siamo Tutti disgustati oltre che frastornati. Cercheremo di far qualcosa... i Tempi son maturi per non accettare senza capire.
      Un abbraccio affettuoso,
      Mary

      Elimina
    2. Chiamate Striscia..oggi in Italia pare che solo così magicamente si risolvono i problemi. Noi anni fa lo facemmo a scuola per un auditorium mai entrato in funzione perchè mancante di uscite di emergenza, pensa te!!...dopo anni è bastata la venuta di Gabibbo e due settimane dopo hanno tagliato il cemento e infilato due porte!

      Elimina
  3. Cara Mary purtroppo sono momenti difficili che dovrai affrontare ma fino ora hai dimostrato un forza di volontà non comune, sicuramente supererai anche questo. Un forte e sentito abbracci cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, caro Tomaso... grazie di tutto, per i complimenti e il sostegno. Cercherò di non deludere... prima di tutto me stessa.
      Un carissimo saluto.
      Mary

      Elimina
  4. Ciao Mary, certo che è un brutto colpo, ma sono certo che riuscirai a superare anche questo momento. Tutti noi, tuoi amici, ti siamo vicini. Un amichevole abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Elio! Sento forte la vicinanza e il sostegno di Tutti Voi cari Amici.
      Questa è un'altra prova da sostenere... ce la metterò tutta.
      Un caro saluto.
      Mary

      Elimina