novembre

novembre
novembre

venerdì 15 giugno 2012

Quante volte nella Vita mi son detta... ora si gira pagina, quante volte in realtà l'ho fatto... è tutto d'accertare.
Sì, perchè è solo ora, solo in questi ultimissimi tempi che davvero tante cose son cambiate e me ne sto rendendo conto realizzando che ciò che vivo non è in un sogno, bensì in una realtà in rapida evoluzione.
Il Tempo va davvero troppo in fretta e t'accorgi di aver rimandato più volte a dopo cose che avresti potuto fare benissimo al momento ricavandone tanto beneficio.
 Si fa perchè manca il tempo o si è troppo stanchi e poi c'è lo stress. Ma alla fine... perchè tanto affanno? La strada è così lunga...
E con la presunzione di poter gestire la propria Vita e quella altrui si arriva in un vicolo cieco di quella strada e da questo non si può neppure tornare indietro perchè intanto l'ingresso è stato sbarrato. Si può solo restare lì, e lo sgomento è così grande che per non uscir di senno viene da pensare che non può essere... magari è una sorta di "avvertimento" di quel che sarà se non ci si dà una mossa, una specie di "proiezione" nel futuro. Sicuramente in breve tornerà il "passato" e con qualche correzione qua e là ci si potrà preparare tranquillamente ad un "ritorno al futuro".
Riconosco in questa serie di pensieri un ragionamento un po' bislacco... Ci cado spesso quando mi trovo a vivere situazioni tante volte pensate poi anche immaginate nei particolari, in seguito volutamente relegate al dimenticatoio perchè... per non so quale motivo... considerate lontanissime nel tempo e perciò irrealizzabili.
Stasera più che mai mi sono accorta di quanto ho sbagliato...
In un luogo dove ho vissuto e non da sola gran parte della mia Vita, ora ci sono Altri... ed io mi son sentita estranea a casa mia.
In quel luogo avrei voluto vedere oggi i Figli miei che invece sono estranei più di me.
In quel luogo stasera si faceva festa per un "Nuovo Inizio"...
Con i miei migliori auguri... ma non so se potrò mai più ritornarci.

10 commenti:

  1. La vita è un'evoluzione continua...basta esserne consapevoli...accettare il cambiamento e ritengo che le scelte fatte siano state opportune almeno in quel preciso momento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Arianna...
      E' vero quello che dici e certamente le scelte in quel momento sono state le migliori, ma viene da chiedersi in quale misura possano essere state condizionate da altra persona che non fosse chi ha scelto. Comunque niente dura in eterno e probabilmente, a prescindere da decisioni irreversibili, le cose vanno da sè, quasi per inerzia e naturale conclusione.
      Perciò, tutto sommato va bene così.
      Un caro saluto,
      Mary

      Elimina
  2. Voltar la pagina di un libro contiene in sé numerose incognite...es:
    1- Cosa accadrà al protagonista?? l'autore avrà pensato di proseguire il racconto come me lo sto prefigurando o mi aspetta una totale rivoluzione del caso?
    2- Ci sarà la tanto sperata svolta con tranquillo lieto fine o il presupposto di nuove avventure prima di giungere alla meta agognata?

    Il nostro è un libro con tante pagine.. non sono infinite, ha una prefazione, un introduzione, un mezzo, ed anche un finale. L'autore è un certo Signore con lunga esperienza ed altrettanto lunga barba! Un abile sceneggiatore che ogni mattino apporta correzioni e varianti , con annessi imprevisti, al libro della nostra vita.
    E' un po' burlone spesso..ironico quanto basta, a volte ci dà dentro con la suspence e qualche volta anche macabro. Ma purtroppo non siamo noi a scegliere consapevoli..l'Autore e Lui!
    Marò..scusa Mary ho fatto un post non un commento..ihih
    TVB..^_^ un bacio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amica mia carissima...
      quando ci rendiamo conto di questo grande libro che è la Vita, c'accorgiamo dei numerosi fogli bianchi tutti da scrivere ma non del "testo a fronte" che su ognuno è presente.
      Allora andiamo a ruota libera, veloci e sicuri di arrivare alle giuste conclusioni perchè tutto dipende da Noi.
      Ancora non teniamo conto del famoso "testo a fronte".
      Poi quando per un qualsiasi motivo siamo costretti a fermarci o addirittura a tornare sui nostri passi, vediamo che altra è la trama preparata per Noi, ed allora sgomenti vorremmo non andare oltre e restare fermi lì nell'illusoria speranza di poter fermare il Tempo.
      Così... a leggere e rileggere lo stesso punto senza capire.
      Forse un po' più d'umiltà e un grammo in eccesso d'intelligenza non guasterebbero.
      Costy cara... come vedi al Tuo post ho risposto con un altro, ma perdonami, non l'ho fatta apposta... Tu sai quanto sono prolissa.
      Ti Voglio Bene anch'io,
      Mary

      Elimina
  3. Un felice fine settimana a Te...ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Serenissima domenica... Amico caro,
      Mary

      Elimina
  4. Scusa Mary... ma voglio ringraziare la nostra Costy, che trova sempre le parole giuste! Il futuro mi fa paura, ma giustamente non siamo noi a scegliere... E' LUI l'autore del libro intitolato "VITA". Continua a... vivere serena Mary... Ti lascio con un grande abbraccio.
    Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Continuo a... vivere certamente serena, in compagnia solo di qualche rimpianto.
      T'abbraccio forte, Ale... Amica mia.
      Con tanto affetto.
      Mary

      Elimina
  5. Ciao carissima. Il libro della vita lo sfogliamo un giorno dopo l'altro...E' tutta una incognita. Sono pagine bianche in cui noi scriviamo. Di sicuro sappiamo che le pagine non sono infinite e non dobbiamo sprecarle. Un forte abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, cara Viola... di certo non vogliamo sprecarle le numerose se pur limitate pagine di questo Nostro libro. Altre copie non ci sono concesse, ma i refusi restano sui fogli già scritti giacchè quando te ne accorgi è troppo tardi per cancellarli. Resta il rimpianto per ciò che non hai fatto per pigrizia o leggerezza, e cerchi con la saggezza degli anni di non ripetere più lo sbaglio.
      Un affettuoso saluto,
      Mary

      Elimina