ottobre

ottobre
ottobre

venerdì 13 febbraio 2015

CORAGGIOSI O FOLLI?


Emoticon heart 
Ci penso spesso ad un'espressione... meglio un'esternazione quasi di impeto cui si lasciò andare una volta il facilitatore del gruppo.
Solo a un pazzo può venire in mente di mettere insieme un gruppo come questo... un gruppo "di" frontiera e "da" frontiera. Persone che sentono di procedere sul filo del rasoio ma sperano di poter cambiare la percezione del loro esserci nonostante la malattia.
Tutti insieme tramite la forza di pensieri positivi e il consolidamento di convinzioni solo all'apparenza assurde, arrivare a sentirsi "cordata" e non più schiera sparuta allo sbando.
Bel progetto che richiede impegno e coraggio di notevole portata, giacché quel che è meta comune ma nell'immaginario sempre piuttosto lontana, per ognuno di Noi su questo percorso diventa assai temuta e pure probabile, anche se ovviamente non certa.
Di cancro non si muore più, almeno non sempre, e se non si vuole tagliare le gambe alla speranza, conviene crederci... e l'antico mito perderà i veli.
Alcune volte ci penso... a stare qui per tenere queste fila, sarò coraggiosa o un po' folle?
Veramente già nella realtà qualcuno me lo fa intendere di considerarmi non troppo per la quale, e forse un minimo di ragionevole dubbio lo dovrò concedere... ma poi mi guardo dentro e dico, ma che c'è di strano a voler ridimensionare ciò che fa paura?... si può mai vivere nell'angoscia, in un'aspettativa continua e dolorosa di morte?
Dopo tutto si tratta di ragionarci su...
Arriverà... quel momento sarà, però per una "strada lastricata" non potrà essere?
Molti hanno un'idea della morte che include quasi terrore, perdita e senso di vuoto, ma consideriamo che, a livello più profondo, nessuno va via davvero. In maniera poetica potremmo immaginare la partenza come spiccare il volo... mentre la scienza moderna dimostra che in quel momento continua l'"energia" che non va persa. Essa cambia semplicemente forma, per questo la morte non è la fine di tutto.
Chi ci lascia, va fuori dalla Nostra percezione fisica ma non scompare realmente. La Sua energia e il Suo spirito continuano a... vivere... e così sarà anche per Noi. Da "quel giorno" in poi.

Nessun commento:

Posta un commento