luglio

luglio
luglio

sabato 6 maggio 2017

NATI PER CORRERE... ovvero se bene vuoi stare in salute


Interessante pomeriggio a Parcocittà, presso il centro polivalente una conferenza su... "Camminare e correre dal punto di vista dell'Evoluzione", e consigli sugli alimenti giusti per vivere a lungo e bene.
Tutto in preparazione dell'evento che si terrà domenica prossima, la quinta edizione di "Correre Donna". Cinque giri intorno al Parco, e poi... una grande festa per l'intera mattinata. Sport, benessere e salute.
Anche se le andature dell'uomo sono due, camminare e correre, correre ha svolto un ruolo importante ai primordi per quanto riguarda l'evoluzione umana, e lo svolge anche oggi coi molteplici benefici che regala.
Una corsa di resistenza fa bene all'apparato cardiovascolare, rende più resistenti le ossa, più forti i muscoli, allena persino il cervello.
Corregge la postura. Fateci caso, quando si cammina la testa tende a ciondolare, mentre si corre invece resta bella dritta.
E che dire di quanto faccia bene all'umore? Basta ascoltare un po' di musica durante le pause per prendere fiato. Sortisce un effetto altamente potenziato.
Si parla continuamente di prevenzione, e si insiste sull'importanza dell'attività fisica che ne è un punto "cardine". A giusto merito. Ormai, come riportato da una recente metanalisi, il movimento assiduo riduce significativamente i rischi relativi di infarto, ictus, diabete, cancro del colon e mammella. Soprattutto per il diabete e il tumore all'intestino la curva d'incidenza quasi si annulla. Sono informazioni assai confortanti, sembra praticamente che offrano l'opportunità di una "soluzione in tasca", una formula per un elisir di lunga vita.
A Loma Linda, in California ad esempio, i longevi avventisti sono famosi per la grande quantità di esercizio fisico che compiono, fatto perlopiù di camminata a passo veloce e palestra. E restando a casa nostra, i pastori sardi notoriamente longevi percorrono almeno 8 chilometri al giorno, facendo su e giù per le loro montagne.
Però senza arrivare a questi livelli, quale tipo di esercizio fisico è ottimale per la salute?
Quello che riusciamo a far entrare nella Nostra vita quotidiana e continuare a seguire fino a 100 anni e più. Viene da sorridere? Beh, eliminiamo i "più", ma a 100 anni si potrà arrivare di certo se consentiremo al corpo di muoversi intensamente per almeno 5-10 ore a settimana.
Riassumendo, per aggiungere vita agli anni, così come sosteneva Rita Levi Montalcini, bisogna... camminare a passo veloce 1 ora al giorno, evitare scale mobili ed ascensori, fare lunghe passeggiate all'aria aperta, ed esercizi moderati ed intensi alternativamente.
Attività fisica e alimentazione giusta a base, se possibile, vegetale senza proteine animali, dovrebbero essere garanzia di "Buona Vita". L'augurio più bello da scambiarsi ogni giorno.

1 commento:

  1. Cara Mary, bello il tuo post, lui ci invita a correre!!! io cerco di camminare il più che posso, ma con gli ultimi dolori all'anca diventa sempre più difficile farlo!!!
    Ciao e buona domenica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Toma

    RispondiElimina