novembre

novembre
novembre

sabato 4 aprile 2015

RICONCILIATI CON TE STESSO... LASCIATI PERDONARE



Emoticon heart
Col far le vittime e passando poi ad un esagerato senso di rivalsa che scantona nell'irrispettosa prevaricazione, Tutti almeno una volta nella vita siamo stati "figliuol prodigo", da accogliere e perdonare.
Ribellandoci alla "quiete dell'animo", considerando l'Altro più furbo e prepotente, gli siamo andati contro a torto o a ragione, ricavandone "litigi" anche con Noi stessi.
Non c'era bisogno di ferire nessuno per proteggersi, eppure l'abbiamo fatto e ne siamo venuti fuori stanchi e amareggiati... in conclusione, vittime.
In conflitto continuo con volontà e indecisione, tra amore e rancore rendiamo la Nostra vita un percorso ad ostacoli su una strada senza luce, perché privata della serenità.
Anche se all'inizio comporta uno sforzo notevole, il Perdono è ciò che serve a rendere la vita meno difficile.
E' più facile amare ed essere amati quando se ne apprezza il valore.
Ci si può sentire persino felici quando si perdona, e questo perché, riconciliati col dolore ricevuto, si è pronti a lasciarlo andare definitivamente. Sempre che sia stato concesso il perdono a se stessi, cosa per niente facile visto che l'uomo è sempre portato ad essere un gradino più su rispetto al suo simile, quindi a non avere nulla per cui perdonarsi.
E se non ci sarà un bell'atto di dolore, non potrà esserci perdono per nessuno.
Bisogna fare attenzione però a non confonderlo con la superficialità di giudizio su ogni azione compiuta, il "chiudere un occhio" perché tutto sommato grave danno non c'è stato, un'eccessiva clemenza e una facile licenza ad agire come piace e con la minima attenzione.
E' onestà d'animo quella che si richiede perché l'esistenza evolva, bisogna liberarsi e diventare altruisti... un esercizio "tosto" per Chi non è generoso per natura. Guardare avanti... questo necessita, e solo così il Perdono riacquista il senso del termine... diventa cioè "come un dono" per Chi lo concede e lo riceve, anzi alla fine differenza non c'è.
Per entrambi è "accoglienza" e non più "difensiva"... mani aperte solo per dare e ricevere.

2 commenti:

  1. Ciao cara Mary,tanti cari auguri,buona Pasquetta!
    Baci
    Letizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Auguri belli pure per Te, Letizia...
      Un bacio...

      Mary

      Elimina