settembre

settembre
settembre

lunedì 13 aprile 2015

QUANTO LA MENTE PUO' NON SEMPRE SAI


Emoticon heart 
E' vero... un concetto difficile da spiegare con parole semplici, anche se l'esperienza l'ha dimostrato infinite volte, la Mente ha un potere incredibile. Nel bene come nel male.
La immagino a due facce, di fronte alle situazioni della vita, una sola a mostrarsi, affrontare, valutare... risolvere. La riuscita e ancor prima il percorso dipenderà dalla scelta, ovviamente lasciando il pur minimo margine all'imprevedibile, a ciò che a Noi non è dato sapere.
Intanto ci avviamo e assicuriamo le speranze al "pronto soccorso" della Mente.
E' il caso della mia Amica Gerardina, combattente di lungo corso... 12 anni di malattia, ed ogni volta che la sento è come avesse un fastidioso "raffreddore recidivante".
Alla fine dell'estate aveva i marcatori talmente alti che il suo oncologo, notoriamente persona pacata, non riuscì a trattenersi nel metterla in allarme.
Lei, per tutta risposta, replicò... ce l'ho una ventina di giorni? Ho qualcosa da sistemare. Poi venne da me dicendo... guarda un po', secondo me prima di tutti quegli zeri ci deve essere una virgola, perciò i "marcatoni" sono nella regola anche perché io mi sento bene, ma bene proprio.
E continua a... pensarla così, soprattutto ora che comunque, tra terapia "tanto per farla" e pensiero positivo "non stop", i marcatori sono scesi di parecchio.
Che dire se non è capacità della sua mente che... "a quello che c'ha, non pensa proprio"?
Un paio di giorni fa poi, ho incontrato in reparto Raffaella e Antonio... alla prima che vedevo solo allora ho chiesto se fosse all'inizio del percorso, e lei mi ha risposto con una risata, vera risata sonora... ehhh, sono vent'anni, l'avevo scordato, ora si è ricordato lui di me... va be', c'ho 80 anni e ci può stare pure. Vedremo chi vince, io dico che ce la faccio pure stavolta.
E un'altra risata come saluto.
E Antonio?
Beh, Lui combatte con le sue stesse vene, veramente ci parla con loro...
Prima di venire qua, le avviso... comportatevi bene, mi raccomando, qualche altro ciclo dobbiamo fare, e io quel "rubinetto" (cvc... catetere venoso centrale)... lo sapete bene... non me lo voglio mettere. E lo sai, signora Maria... che fino ad oggi mi hanno favorito? Sono più forte io.
Già... più potente della Mente, niente c'è.
Fin quando Dio vuole o il destino permette.

3 commenti:

  1. Veramente le capacità del pensiero positivo, o anche della terapia della risata, sono infinite, io l'anno scorso, quando ero più di là che di qua e non digerivo neppure una mela cotta ho iniziato a guardare tantissimi film che sapevo mi facevano morir dal ridere e pian piano tutti i miei problemi sono spariti, adesso mi mangio il salame e lo metabolizzo senza alcun fastidio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto, Paola!... pensiero positivo e risata. Terapie vincenti.
      E visto che ci siamo Ti faccio dono di un pensiero, non è mio ma l'ho fatto mio.
      "Ho imparato a ridere perché sono una persona seria".
      Un abbraccio...

      Mary

      Elimina