luglio

luglio
luglio

giovedì 16 aprile 2015

NON SUCCEDE SEMPRE



Emoticon heart 
Per fortuna, davvero raramente.
Non è che nella mia vita non l'abbia mai sentito dire, ma in quel luogo... in un preciso contesto, mi è capitato solo due volte.
Voglio morire... ed è stata una forte pressione sul cuore ed una fitta in gola, a fermare anche il tentativo di dire qualcosa, una parola in un soffio.
Due episodi distanziati nel tempo, quasi l'avevo scordato si potesse "esplodere" con un'esternazione del genere... due persone diverse, in tono di sfida, praticamente un "grido" di esasperazione la prima, quest'ultima con un sorriso appena abbozzato e un filo di voce.
Una... arrabbiata ed indispettita, l'altra... stanca e rassegnata.
Quel giorno mi fu detto... tu preghi?... e allora fai una cosa buona, prega che io muoia. Non ce la faccio più.
Non ci pensai troppo perché la risposta mi venne d'impeto... non posso, so pregare solo per la vita. Mi dispiace. E me ne tornai a testa bassa, non era da tanto in me la consapevolezza e la gioia di esserci. Mi sembrava aver conquistato l'irraggiungibile. Quella "cosa" sparatami all'improvviso non potevo accettarla e nemmeno farmela scivolare di dosso, la sentivo vischiosa ed ingombrante, di prepotenza entrata nei miei pensieri a portare negatività.
Qualche giorno fa invece... una mano ha preso la mia perché mi avvicinassi ad ascoltare... sono stanca, ormai lo so e sono rassegnata... voglio morire.
Poi un sorriso tirato e due lacrime.
Sono riuscita a levare un dito per dissentire... no, non devi dirlo. Ma è stato solo un respiro più profondo e ho cominciato ad accarezzare un braccio, una mano gonfia, il lato di una gamba.
Silenzio.
Dopo ho preso il "minimo coraggio"...
Ti capisco, anzi cerco di capirti perché Tu sola sai la pena che provi, la stanchezza e la delusione che Ti opprimono. Ci provo a capirti perché parliamo la stessa lingua, e non abbiamo bisogno di interpreti. Dici che vuoi morire... sarà quello che deve essere e nessuno sa, ma che senso ha darsi altro dolore pensandoci, immaginando ciò che potrebbe essere dopo di TE ma senza di TE?
Due occhi chiusi ed un cenno di assenso.
Dimmi... quando ci vedremo...?
Il 5 maggio, forse... ma spero per quella data di non esserci perché sarò morta.
Beh... io Ti do appuntamento per il 5 maggio, e ci sarò. TU non mancare, perché verrò a cercarti e non puoi deludermi. Sai... Io Ti Voglio Bene.

Nessun commento:

Posta un commento