novembre

novembre
novembre

martedì 28 aprile 2015

NON TEMERE LA PAURA. VACCI CONTRO

Emoticon heart 
E sarebbe come dire... osa. Fai quello che non hai mai pensato, vivi ogni momento, anche il più difficile come fosse cosa normale e Tu avessi la certezza della vittoria.
Senza tanti "se" e "perché"... c'è solo la situazione al presente da vivere e superare.
La Paura è qualcosa di più del Timore, ma non è ancora Angoscia... lo diventerà se mal gestita. Si scatena all'improvviso per un evento esterno o si insinua subdola nelle crepe della debolezza, in spazi che si credeva aver colmato.
Costringe ad aprire gli occhi e vedere, anche quando si preferirebbe il contrario, destabilizza le certezze, e fa tornare bambini fragili e vulnerabili.
L'ho anticipato... la Paura va gestita, capita, non è un sentimento del tutto negativo, pure se può portare come reazione ad essere cattivi. Non una "cattiveria" vera e propria, bensì l'"esasperazione" dei difetti e bisogni del carattere.
Quindi... cerca di capirla, vivila come una delle tante emozioni con la certezza che anch'essa serve all'economia di un'esistenza. Ha una sua dignità ed è anche un'ottima consigliera in presenza di reali minacce, mentre senza motivo diventa una bussola interiore per non perdersi.
All'inizio per me fu tanta la paura... mi sentivo in un labirinto senza apparente uscita. Prima di realizzare la concretezza di un sospetto e in seguito agire, ogni giorno mi guardavo allo specchio e non mi riconoscevo... occhi sempre sbarrati come sull'orlo di un precipizio. E bocca asciutta, mani sudate e piedi sempre gelidi... persino esigenze fisiologiche a ritmo ridotto.
Piano piano mi abituai alla Paura, ma per una serie di eventi e anche "segnali" si trasformò in Angoscia, e a quel punto per sopravvivere decisi inconsciamente di andarci contro con tutta la forza che era in me.
La Fede getto' l'ancora, mentre risalivo a galla scorticandomi le mani e le ginocchia, e credevo avrei perso ogni energia.
Non ce l'avrei fatta, mi dicevo... e nello stesso tempo qualcosa mi gridava dentro ed io sfondavo le porte più serrate.
Imparavo a usare la Paura quando serviva, e non era più Angoscia ma Coraggio.
Coraggio per andare avanti.

7 commenti:

  1. Affrontare le proprie paure richiede coraggio, ma è l'unica strada da seguire per non essere schiacciati, ciao Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prenderle di petto. Alternativa non c'è.
      Vale la pena tentare comunque, almeno non ci saranno rimpianti.
      Ciao, Paola... un abbraccio.

      Mary

      Elimina
  2. Non sono ancora riuscita a gestire le mie paure Mary.... e credo che ormai dovrò accettarmi così come sono. Una buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accettarle è un modo per gestirle, perché le tieni a bada come meglio puoi.
      E magari si ridimensionano a timori e brevi momenti di ansia, grazie a piccole "strategie di sopravvivenza". Pensaci.
      Un abbraccio forte, Ale...

      Mary

      Elimina
  3. La mia Paura è il ritorno del cancro...ma ci sto lavorando duramente con me stessa , aiutata dalla psiconcologa
    Annamaria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se guardi al recente passato o ti volgi al futuro, rovini il Tuo Presente. Base da consolidare per un futuro sereno. Anche e soprattutto senza il cancro.
      Un abbraccio, Annamaria...

      Mary

      Elimina
    2. Se guardi al recente passato o ti volgi al futuro, rovini il Tuo Presente. Base da consolidare per un futuro sereno. Anche e soprattutto senza il cancro.
      Un abbraccio, Annamaria...

      Mary

      Elimina