luglio

luglio
luglio

giovedì 19 marzo 2015

COME LE NOCI

Emoticon heart 
Scrivo sempre di getto, un po' di cronaca e tanto di sentimenti.
Stando così le cose avrei dovuto in questo spazio limitarmi a qualcosa di molto simile ad un cartello, tipo... chiuso per restauro, o meglio... per bilancio. Alla fine ho optato per un... torno presto.
E sono qui, come ogni sera... anche stasera. Stanca e un po' amareggiata, con qualche pensiero in più per qualcuno cui voglio bene.
Non sapevo veramente come cominciare, poi ho pensato ai pensieri dell'ultima buonanotte, e mi decido... da quel cestino foderato a quadretti prenderò una noce tra le tante noci, ché a parlare di una lo si fa per tutte.
Prenderò una noce e la terrò nel pugno chiuso. Sono stanca e un po' arrabbiata per i vari pensieri, le sorti ingiuste e i piagnistei inutili, una fatica che non finisce mai e una gratificazione che se non la cerchi, tarda sempre ad arrivare. Stringo forte quella noce quasi a farmi male, ma forte forte, e le due dita centrali hanno un crampo, di riflesso la mano si apre e la noce resta nel palmo, perfettamente integra. Lo è pure quando cade a terra, perché inavvertitamente giro la mano per massaggiarne il dorso.
E' "tosta" la noce, non è che si rompe così facilmente... a volte resiste anche allo schiaccianoci, e ci vuole forza e decisione, costanza e persino rabbia. Quest'ultima però solo raramente, ed è una fortuna.
La rabbia non è sempre un bene quando va oltre il consentito, stravolge gli equilibri, confonde e fa star male.
Rompere una noce è un'impresa... rientrare dalla rabbia, lo è ancora di più.
Il Cuore è affaticato, gli arti sono stanchi... livore per tanto accanimento.
Tutto per una noce. Non mi piace vedere la noce sotto questo aspetto.
Meglio immaginarci Tutti simili a tante noci, magari un guscio per due metà, scavate nel mezzo e una piccola vela di carta velina issata su ognuna.
E poi Tutte Insieme varate al largo, verso un orizzonte che non conosce confini.

6 commenti:

  1. Mia nonna diceva sempre - una noce nel sacco non fa' rumore, ma tante si che ne fanno -
    Buona navigazione e felice SERATA
    Paolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, caro Amico... buona serata anche per Te.

      Mary

      Elimina
  2. Ciao Mary eccoti qua stanca ma forte come una noce.essere stanchi è la peculiarità dei forti perché spesso si trovano a rompere anche le noci degli altri.
    Un bacione.
    p-s ogni tanto compra le noci sgusciate :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho provato a comprarle... non sono un granché.
      Poi è vero... a volte devo rompere anche le noci altrui, di coloro che, forti e temprati abbastanza, potrebbero rompersele da soli. Ma va bene, pazienza... l'importante è che ci sono... che io continui a... esserci.
      Un abbraccio...

      mary

      Elimina
  3. Spero che la rabbia sia passata, ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Paola, tutto passa e quindi anche la rabbia, lasciando il posto ad altro tipo di sentimenti.
      Ciao e grazie sempre...

      Mary

      Elimina