novembre

novembre
novembre

martedì 31 dicembre 2013

Messaggio di fine Anno...

Manca davvero poco, e anche quest'anno passerà all'archivio.
Come al solito non se ne parla bene... c'ha deluso, soprattutto non è venuto incontro alle Nostre aspettative.
Ma... sinceramente parlando, ce n'è mai stato uno di anno al "top"? Al massimo qualche volta è andato meglio del previsto... poi nulla più!
Il "non accontentarsi" o ancor peggio... "lamentarsi" è una caratteristica propria dell'essere umano che così facendo rende ancora più grande il malessere autentico sia pure giustificato.
Perché in questo preciso momento storico, i "disagi" (tanto per usare un eufemismo) ci sono e tanti... e, vogliamo dire... Noi cerchiamo anche di aggiustarcela questa sconfortante realtà quotidiana, ma "Chi di dovere" almeno si passasse una mano sulla coscienza (per il Suo bene dopo averla ripulita alla meglio) e trovasse un briciolo di buon senso per... tacere.

Messaggio di fine anno... a gruppi unificati

Tra qualche ora il nostro Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano celebrerà la nascita del nuovo anno con il solito discorso ben augurale a reti unificate.
Lo rivolgerà naturalmente a 60 milioni di italiani che per definizione dovrebbero stare incollati al video e sentirsi la sequela di ciò che ancora devono fare per dare un calcio alla crisi, in barba ai 48 mila euro di stipendio  percepiti al mese da questo distinto signore anziano che dovrebbe accudire invece i pronipoti ai giardinetti pubblici, visto che a quell'età gode ancora di ottima salute.
C'è da chiedersi.....e l'80% di questi nostri compatrioti oscureranno la TV, così come era stato promesso dalla linea degli intransigenti organizzati oppure applaudiranno compiaciuti all'ennesima presa in giro che verrà somministrata dal primo cittadino della Repubblica anche nell'ultimo giorno dell'anno?
Sarà molto difficile che cassaintegrati, mobilitati, esodati, trombati, licenziati, alluvionati, terremotati, accidentati, disastrati, carcerati, espatriati, scoglionati e per non parlare poi dei disoccupati digeriscano almeno il 2% di ciò che dirà Napoletano.....brucia troppo l'offesa senza precedenti di tutto quello che succede, concussioni, corruzioni, malversazioni, ruberie, finanziamenti illeciti ai partiti, pensioni e stipendi d'oro, tangenti, conflitti di interesse, prostituzione, falso in bilancio.....e in più tasse, tasse....e poi sempre e solo tasse, balzelli, gabelle, accise, imposte, contributi....e poi aumenti, aumenti....sempre e solo aumenti sistematici ed estenuanti....tutto sulla nostra pelle....scaldata e ustionata.
E gli ammalati dove li vogliamo mettere? Ho lasciato spazio per ultimo a questa categoria che ci vede esposti in prima persona insieme alle nostre famiglie in una rincorsa al farmaco e alle prestazioni sanitarie senza precedenti, a fronte del taglio indiscriminato di spesa e servizi operata da governi dissennati di irresponsabili degli ultimi anni.
La tutela del malato sotto tutte le sue forme è un rischio che questi politicanti non possono correre se no sarebbero costretti a ridursi gli emolumenti, allargando il cordone della borsa.....e allora, alla faccia del servizio sanitario nazionale, chi vuole la salute deve pagarsela di tasca propria.....non vale più nemmeno mettersi in coda.....
Dopo una tambureggiante propaganda si scopre adesso che il metodo stamina conteneva solo un mucchio di carta bianca mai scritta, nessun appunto, nessuna ricerca....solo il "fai da te" che verrà discusso nelle aule di tribunale.....e che dire dei vaccini antinfluenzali il cui contenuto, a detta di alcune case farmaceutiche, sarebbe costituito da un cocktail di cellule tumorali studiate per affossare le categorie a rischio e favorire quindi una sorta di selezione naturale.....e i Telethon milionari da 10 anni a questa parte che avrebbero dovuto favorire lo sviluppo della ricerca, che esito hanno mai prodotto?
Il cancro è sempre lì, le malattie degenerative avanzano a passo di carica......nemmeno il tanto sbandierato vaccino anti prostrata è stato mai prodotto.
Ma siììììììì...... chi se ne frega se 300.000 persone l'anno si ammalano di tumore alla prostrata.....tanto la falsa libertà produce il web e la sua catena di Sant'Antonio che protegge e cura (????) tutti dal cancro o da altro secondo lo schema delle corporazioni.....il passa parola e una mano lava l'altra, oltre ai vari metodi ufficiali e/o alternativi.
In questa società di stabili precari.....il Presidente degli italiani quale messaggio vorrà trasmettere e con quale coraggio poi.....vessare un popolo di vessati che entro maggio subirà tra capo e collo anche il nuovo registro delle famiglie, il redditometro e lo spesometro?
Io naturalmente non spenderò il mio tempo ad ascoltare Giorgio, avendo altro da fare......forse mi dedicherò a studiare e a capire il fenomeno di Daniela Santanchè che recentemente ha dato origine......ai Santanchiani, cioè coloro che professano la sua stessa fede politica e che vorrei sapere chi c..zo sono......
Auguri di buon Anno da un figlio del popolo a tutto il suo popolo.
 - ENZO SANTORSOLA -

In tutto questo marasma però, di quest'anno qualcosa, anzi qualcuno da salvare c'è... è il "Nostro" Papa Francesco, davvero il Papa di Tutti... di Chi crede o meno... degli emarginati, delle "madri nel peccato", di qualsiasi tipo di coppia... di quelle appagate, o che tirano la "carretta" o anche di Chi quella carretta l'ha buttata giù per sempre.
Quest'uomo è venuto dall'"altro mondo" per renderlo veramente... unico, l'unione felice e ben riuscita di un "sacro" senza false ipocrisie con il secolare che dovrebbe tendere al bene comune e all'onestà...
 E' speranza anche questa.
Una figura bianca, eterea nell'immaginario che incarna l'"essenziale ma fattivo".

10 commenti:

  1. Papa Francesco è stato una delle piu' belle cose del 2013!Un bel regalo a tutti noi!Auguro a te serenità,salute e gioia!Rosetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GRAZIE, Rosetta... salute e gioia sia sempre per TE e i Tuo cari...
      BUON ANNO...

      Mary

      Elimina
  2. Sono d'accordo anch'io evviva il nostro Papa. Mary cara ti lascio i miei auguri per un anno pieno di cose belle... e tanta speranza e serenità. Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E gli auguri Ti ritornano alla grande con fiducia e speranza, cara Ale...
      Buon Anno, amica mia... e se ci credi un po' lo sarà.
      Un abbraccio...

      Mary

      Elimina
  3. Qualsiasi anno che verrà NON ci soddisferà mai, forse siamo noi che abbiamo troppe aspettative che non vengono soddisfatte
    Riguardo al Papa attuale ho qualche riserva, io mi sono fermata a Giovanni XXIII
    Buona fine e buon inizio 2014.
    Baciobacio cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Anna Maria... l'ho detto anche io, è propria dell'uomo l'insoddisfazione di fondo e pure la lamentela. Forse ridimensionare i naturali desideri sarebbe di aiuto e la "teoria" del bicchiere mezzo pieno... un ottimo supporto. Ma tutto dipende dal singolo individuo e dalla Sua voglia di cavarsela al meglio e vivere bene.
      Per quanto riguarda il papa... sai, in quest'epoca si cerca disperatamente qualcosa cui aggrapparsi, di cui fidarsi, ci sentiamo sbattuti... per i più Papa Francesco va bene... per ora è solo una speranza, solo il tempo potrà dire se è ben riposta.
      Buon Anno, Anna Maria... ed un abbraccio.

      Mary

      Elimina
  4. Risposte
    1. BUON ANNO a TE, Amico mio... con tutto il Cuore.

      Mary

      Elimina