dicembre

dicembre
dicembre

giovedì 27 aprile 2017

FERMATI E PRENDI RESPIRO


Solo una breve sosta, lo prometto... una piccola pausa per quel tema nel Tema, interessante che prende e, nel Nostro caso, non può altrimenti. Lo devo nel rispetto della buona salute e del benessere, per preservare in senso lato me stessa ed anche Chi di solito legge questi pensieri prima di andare, che caduto vuole rialzarsi, e poi non cadere più.
Noi, mio marito ed io il modo l'abbiamo trovato ritagliandoci lo "spazio di un giorno". Così stacchiamo la spina e ci ricarichiamo in autonomia, curiamo la relazione, la cultura e lo spirito. Concediamo alla Vita un ampio respiro.
Le ultime settimane, come si è visto, sono state piuttosto impegnative, ma oggi abbiamo ripreso coi Nostri Mercoledì. Mentre solo ieri era ancora "inverno" ed oggi meravigliosamente la stagione avanza, e il cielo è sempre più terso. Almeno così pare o è bene crederlo.
Comunque è quasi Maggio, l'aria è sempre più calda e poi ci sono i rossi papaveri, che non smentiscono mai il tempo giusto per loro.
Una strada un po' dissestata, tutta in salita e con più curve. Ogni tanto un richiamo che riporta al passato, una voce interiore che rammenta una vita grata. E poi, pian piano su per la collina, verso un paese dove io non ero mai stata... Rignano Garganico.
I luoghi di questa parte settentrionale della mia regione, che dire... si somigliano un po' tutti. Il borgo storico coi vicoli davvero alcuni molto stretti, il belvedere sulla piana del Tavoliere, le panchine allineate come palchi di "prima fila", e gli alberi quasi sempre in foglie pure d'inverno. E poi i suoni e le voci di quel silenzio che riporta all'originalità di se stessi. Le "modulazioni" del vento, il gracchiare stranamente dolce dei corvi, il ronzare dei tanti insetti... il campanaccio di una sola delle tante mucche al pascolo. Quanta pace...
Dimentichi veramente tutto. Affanni, qualche dissapore e le preoccupazioni, a tutto vantaggio di fegato e organi vicini, il che non guasta in tema di prevenzione, o meglio "amore per la salute". Ché poi è ciò che conta... riservarsi tempo e spazio per prendersi cura di sé e di Chi ci è vicino, rubare anche solo qualche minuto per una preghiera, una breve sosta in una chiesetta che fa tanto "casa". Piccola, scarna, semplice ma proprio per questo tanto adatta a me... a Te che passi fugace e senti il bisogno improvviso di dare ristoro alla Mente e al Cuore pace.

Nessun commento:

Posta un commento