dicembre

dicembre
dicembre

martedì 4 marzo 2014

VERSO IL DOMANI... COMUNQUE



 Vero è che molto dipende dallo stato d'animo. Se il terreno è predisposto a ricevere il seme, lo accoglierà  e gli consentirà di germogliare.
Ormai sono mesi che faccio un gran lavoro su di me perché la malattia o meglio la paura che l'accompagna, non lasci dietro di sé deserto e aridità impedendo alla sua "parte buona" di dar frutto.
Non è sempre stato facile... non lo è ancora, dalla mia però ho il dono della "fede", la consapevolezza dei suoi "vantaggi".
Non è questa certo la sede giusta per affermarne le validità... che sia Tutto vero o falso poco importa... per me sono "verità inconfutabili" e comunque già dire, proclamare "Io Credo" infonde coraggio, sicurezza... non Ti senti solo ed hai una marcia in più.
Può avere anche le medesime certezze Chi ha una posizione agnostica a riguardo, purché "creda" in qualcosa o in qualcuno sia pure solo se stesso.
Non si può procedere alla cieca, travolti da tutto quello che succede... così ci si lascia solo vivere.
Scegliere Cristo come "compagno di viaggio" non significa però "rassegnarsi" al proprio destino... tutt'altro, è sentire il Suo aiuto, il "braccio forte", l'ausilio nel combattere, nel sollevarti quando cadi.
Con LUI non si muore mai...
... ma non possono nemmeno essere ignorati "momenti" grevi di sofferenza maturata nel tempo e vissuti con una lucidità... destabilizzante.  E a questo punto se ognuno di Noi non facesse  ricorso alle risorse proprie e a quelle acquisite con tanta fatica, dovrebbe rimettere ogni cosa in discussione.
C'è poi sempre la testimonianza del tutto "positiva"... un'altra di Chi "vive" la speranza assecondando la Vita come va, non pensa affatto a quello che può essere ma solo a ciò che vuole... "qui" e "adesso".
Con una "marcia in più", però non si è soli nel continuare a... desiderare, e le certezze si consolidano quasi per miracolo.
E quando spesso sopraggiunge l'improvvisa voglia di piangere, forti di quell' "aiuto" riusciamo pure a superarla, attribuendole valore e giusta spiegazione.
Ci mostriamo fragili solo perché stanchi di essere stati troppo a lungo forti... passerà, soprattutto perché finalmente non dovremo dimostrare più niente.
Siamo come siamo... e di sicuro mai soli.
Oggi... dalle mie riflessioni traggo un piccolo tesoro, sintetizzato con una frase che trovo emblematica, soprattutto per Chi è credente...
"LUI, TE ed IO... per mano... sempre avanti".

5 commenti:

  1. Con Gesù si passa da vita a Vita :D Lui ha sconfitto la morte, e Lui ci ha promesso di starci sempre accanto, come poi hai scritto tu. Il miracolo, uno dei tanti, della fede, e di dare gioia anche nei momenti più neri, un sorriso nell'avversità, non sempre è facile, ma possiamo tutto in Lui :)
    ti abbraccio forte ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Fede è tutto questo... arma, rifugio, conforto e, cosa più grande di tutte... consapevolezza di non essere mai soli.
      Grazie, Vivy... un abbraccio.

      Mary

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Ciao Mary passeranno i monenti no, la battaglia più grande è stato affrontare tutto ora io credo che tu possa viverti il tuo qui e ora anche se ogni tanto scivoli su qualche sensazione passata che lascia senza fiato e fa male, ma ora puoi guardare avanti con un altro spirito.
    Un abbraccio, ti stimo sempre perchè è più facile soccombere che resistere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Carolina... hai ragione, ed è quello che faccio. Vivo il mio presente alla luce di quel che è stato ed è impossibile da dimenticare... ma senza tristezza, forse solo con un po' di comprensibile malinconia, e alla fine comunque ne ricavo risorsa nuova per continuare a... Vivere.
      Un abbraccio forte...

      Mary

      Elimina