novembre

novembre
novembre

domenica 16 marzo 2014

MENO MALE CHE IL SOLE C'E'...

E poi arriva una domenica di sole con la sensazione che la primavera è sempre più vicina...
Bene, allora la serenità, vuoi o non vuoi, non può venire meno perché avvolge in uno stato di benessere che, a saperci fare, potrà durare anche più di un giorno.
E' come sentirsi racchiusi in un guscio... protetti in un nido... inattaccabili! Così la piccola contrarietà di un momento, l' "inezia" che ha lasciato la spiacevole sensazione di essersi alzati col piede sbagliato, vola via dalla finestra. Quella finestra che hai spalancato per far entrare l'aria fresca del mattino... aria pura.
Poi, è inevitabile... qualche ricordo ritorna. Era la stessa stagione... erano gli stessi giorni.
Ma quello che hai vissuto sembra un sogno lontano oppure cominci a credere che sia capitato "di passaggio" o " per sbaglio" e che se è così non potrà ritornare... Mai più.
Certo, bisogna essere abili assai per trasformare dei ricordi in emozioni dai benefici effetti, a volte però basta solo predisporsi con l'atteggiamento giusto, semplice di Chi vuol godersi l'attimo di piacevoli sensazioni.
Continuare a... essere sereni, dopo tutto non è difficile... lasciarsi alle spalle la zavorra che pesa... guardare sempre e solo avanti. Senza andare troppo oltre... badando a non inciampare.
E questa domenica è arrivata con un tepore che fa ben presagire... come non essere contenta?
Stamattina mi sono alzata alla solita ora da giorno festivo... "elastica" da qualche tempo a questa parte... caffè e muffin al cioccolato per colazione... e imposte aperte.
E a questo punto devo dirlo... fa star tanto bene anche la tavola apparecchiata di buon mattino con un'allegra tovaglia a quadretti. E' una piccola magia che ricarica... a volte anche trasforma, e tutto diventa più buono, non solo quello che mangi ma l'intero momento.
Dopo la colazione presto all'opera... un ragù  in abbondanza, quasi da "piccola comunità" così ci ricavo pure qualche vasetto in più per la "mia piccina"... e per oggi nessun altro programma stabilito.
Quel che può venir fuori senza sapere dà più soddisfazione, e allora... perché non provare, mi son detta... e una volta non l'avrei neanche pensato.
Mi viene un dubbio... sarà stato per tal motivo che tanto spesso mi sentivo "pressata" dalla noia? Sì... la prevedibilità, tra i tanti ha anche questo difetto, si sa.
Così tra faccende e ricordi, pensieri ed emozioni... con un "pizzico" di disappunto e tanto "condimento", anche questa domenica è andata.
 Perché è col Cuore e con la Mente che si deve volere "la festa"...
... e poi c'è pure il sole, e se per caso non si vede... vuol dire semplicemente che si è preso una pausa per splendere di più, e serenamente dare vita al sogno del nuovo giorno che sarà.


4 commenti:

  1. Bellissimo il tuo racconto cara Mary, c'è il sole anche qui... ma io continuo a non muovermi. Ogni giorno un acciacco nuovo. Ti mando un grande abbraccio, buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia cara Ale... dai poco credito agli acciacchi, lustrati gli occhi e sgombra il Tuo Cuore... e sarà festa per Te ogni giorno della settimana.
      Un abbraccio...

      Mary

      Elimina
  2. Come vorrei che i tuoi scritti li leggesse una persona di mia conoscenza, ma sopratutto che li comprendesse e trovasse così un modo di reagire :-)
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Amica mia... perché non provarci allora? Se sei convinta che qualcosa potrebbero questi pensieri, fa' sì che vengano letti. Tentare non nuoce... provare vale sempre la pena.
      E, a parte questo... grazie davvero per la stima e l'apprezzamento.
      Un grande abbraccio.

      Mary

      Elimina