settembre

settembre
settembre

giovedì 27 febbraio 2014

SUCCEDE...

Certo e sicuro non è proprio nulla... opinioni e persino convinzioni raggiunte a gran fatica arrivano quasi a negarsi da sole, e questo per le vicende, i condizionamenti... gli "spunti" che la Vita presenta spesso anche su un piatto d'argento.
Così era venuto spontaneo parlare di vivere al meglio il presente per un futuro non negato e di "serenità", dopo un incontro tra persone che dovevano averla ormai acquisita, fatta propria per poterla poi trasmettere. L'evidente contraddizione tra il dire e il fare imponeva una minima riflessione che in seguito si era ampliata, traducendosi in pensieri che mi avevano entusiasmato quasi non fossero miei. Ero contenta di me, di quello che provavo per ferma convinzione... così forte da infischiarsene di ogni forma e schema, sicura di poter andare dritta come un treno, rispettando "passaggi" e persone, senza tuttavia subire condizionamenti.
Al centro del tutto... l'obiettivo, Io come persona... a raggiungerlo, gli strumenti sicuri... la chiarezza di pensiero e soprattutto la serenità.
Però SUCCEDE...
... succede che una "piccola cosa" ma proprio minima, un equivoco... un "incidente di percorso" che nemmeno riguarda ciò che hai da fare o già fai, mandi in tilt la "centralina" delle sicurezze.
E la Serenità, sorpresa alle spalle barcolla... non cade del tutto ma sente il bisogno di appoggiarsi a qualcosa per poter riprendersi.
Tutto questo accade perché si perde di vista l' "oggetto" principale e si prende a considerare in modo esagerato, esasperato quello che è intorno... e intorno quasi a coronamento dovrebbe restare.
Quando si ha da scattare una foto, importante è sempre la "messa a fuoco" del soggetto... non è che ci si può distrarre con lo sfondo, il paesaggio o gli eventuali passanti, rischiando di "stornare" del tutto l'obiettivo e ottenere quello che non si voleva.
Ciò che è dietro supporta e arricchisce l'opera... ma non dovrà mai sovrastarla.

2 commenti:

  1. Purtroppo non è sempre facile, ma condivido appieno, e molto bella la frase finale...
    un abbraccione :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vivy... come nulla è certo così pure non è facile. Una conquista per definirsi tale è sempre frutto di duro lavoro anche su se stessi... per questo ciò che si ottiene si apprezza di più e si fa di tutto per tenerlo bello stretto.
      Un abbraccio grande...

      Mary

      Elimina