maggio

maggio
maggio

domenica 23 febbraio 2014

"COSE" SERIE... ovvero spunti per pensare

Come è noto, bazzico anche io Facebook... capitata quasi per caso in seguito ad un caso non cercato ma capitato.
Niente paura, non mi inoltrerò in altri giochi di parole o "sciogli lingua" strani... è stato un modo come un altro per introdurre un argomento che è tutto tranne che è un gioco.
Negli spazi di questa "piattaforma sociale" è facile, anzi direi proprio è consuetudine imbattersi in banalità di ogni genere, anche scempiaggini e scopiazzature di frasi obsolete che molto spesso non rispecchiano neppure la natura di Chi le posta. In sintesi... si fa tanto per fare, si dice tanto per dire.
Per fortuna però... non è sempre così, anche perché non siamo Tutti uguali. E può capitare di ritrovarsi "in perfetta sintonia" con un "amico" che ha sempre qualcosa di serio, importante e... mai scontato da dire, al che viene d'impulso... rispondere. Come è successo a me, che non so resistere quando è di Vita che si tratta... di quella vera che riprendi in mano come un pugno di sabbia appena umida e fai fatica a tenere stretta una volta che è asciutta.
A delle stupende espressioni che definivano l' "essenza" della vita, ho replicato con alcune mie, non in contrapposizione di certo ma a completamento, perché Tutto fosse "in armonia" fra i concetti... e non solo.

"La Vita ha un senso solo nell'ottica di relazione con l'Altro, Chi è vicino o capita sullo stesso percorso.
La Vita è quindi "parola" intesa come insieme di parole nel tentativo di comprendere e farsi capire, a volte fruttuoso a volte vano.
La Vita è "accettazione", "serena disponibilità"... "passi indietro" per ricominciare con un "balzo in avanti" nella consapevolezza di un ritorno certo se tanto si è dato. E questo per un elementare principio fisico.
La Vita è realtà e sogno... speranza ed illusione, da vivere giustamente e in modo equilibrato, "felicemente uniti" nell'emozione, duri essa un attimo o l'esistenza intera.
La Vita è malattia e dolore... rinascita e gioia da cui e per cui giunge Amore, nuovo e diverso, non più circoscritto e limitato entro rigidi e banali paletti, che ha pudore ma non conosce vergogna perché finalmente sa e può mettersi a nudo.
La Vita è restare "fedeli a se stessi" e non tradirsi per compiacenza, in quanto l'Altro sarà proprio per questo che continuerà ad apprezzarti.
La Vita è tutto ciò e tanto altro, personalizzata da Chi la vive ed è felice di esserci.
La Vita è uguale per Tutti nel suo culmine, la Morte a cui ognuno arriva in modo diverso, ma soprattutto con l'impegno di non avere rimpianto alcuno.
La Vita, infine è "Tormento ed Estasi"... come qualcuno scrisse... il Tormento che si dà e torna indietro, l'Estasi che annulla e fa dimenticare il primo nel riportare la pace in se stessi e con Altri da sé".

8 commenti:

  1. Come sempre, cara Mary, i tuoi post sono di una profondità unica.
    Ti auguro una buona settimana. Lella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di tutto, lellina... e un abbraccio forte.

      Mary

      Elimina
  2. Risposte
    1. Grazie, Carolina...
      Ti abbraccio.

      Mary

      Elimina
  3. Infatti a me non piace molto FB. Comunque è bello incontrarsi anche lì e condividere quello che più ci interessa. Buona settimana Mary, grazie per queste splendide parole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale... tutto va usato con discernimento. Non si è obbligati mai a seguire la massa, anzi... è facendo il contrario che emerge il meglio di una qualsiasi "realtà".
      Un bacio...

      Mary

      Elimina
  4. Ciao Mary, non frequento né Face Book, né Twitter, proprio per le stupidate che vi si trovano. Condivido in pieno quello che tu dici sulla "vita". Un amichevole abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mio caro Elio, come ho già detto ad Ale... tutto va usato con giusto criterio e se ci incuriosisce, possiamo anche cimentarci senza scartarlo a priori.
      Come vedi ne può uscire pure qualcosa di buono e condivisibile.
      Grata, ricambio l'abbraccio.

      Mary

      Elimina